Venezia in Serie A: ecco le ipotesi stadio

Troppo piccolo il "Penzo" per la massima: per la deroga della Lega servono almeno 10 mila per il primo anno

Venezia in Serie A: ecco le ipotesi stadio© Getty Images

VENEZIA - Finiti i grandi festeggiamenti per la promozione in Serie A il Venezia si ritrova alle prese con la questione stadio, dato che il "Pierluigi Penzo", impianto dove gli arancioneroverdi hanno sempre disputato le loro gare casalinghe, non è a norma per la massima serie. Ed entro il 21 giugno la società lagunare dovrà documentare la disponibilità di un altro stadio per la prossima stagione di Serie A, la 2021-22. Per ricevere la deroga della Lega Serie A, come accaduto con il Picco di La Spezia, la capienza del "Penzo" dovrà essere ampliata ad almeno 10 mila posti (dai 7.389 attuali) per la prima stagione, fino ad arrivare ai 16.100, capienza minima richiesta per la massima serie. 

Venezia in Serie A, festeggia anche il sindaco
Guarda il video
Venezia in Serie A, festeggia anche il sindaco

In lizza Ferrara, Udine e Trieste

Gli impianti più vicini sono tutti fuori dalla regione Veneto, escludendo il "Bentegodi" dove giocano Verona e Chievo, e l'"Euganeo" di Padova, interessato dai lavori per la costruzione della nuova curva. Al momento è il "Mazza" di Ferrara l'impianto più accreditato ad ospitare il Venezia visto che, tra gli stadi fuori regione, è il più vicino con 112 km. In alternativa resta la Dacia Arena di Udine (131) e il Rocco di Trieste (169). Il Venezia potrà contare anche con i buoni uffici del dg Andrea Gazzoli, ex della società veneta, nell'incontro presso la Prefettura di Ferrara per l'incontro con i dirigenti della Spal.

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...