Italia, Mancini: "Bene i giovani, ma possono ancora migliorare"

Le dichiarazioni del ct azzurro in conferenza alla vigilia della sfida di Nations League contro la Germania
Italia, Mancini: "Bene i giovani, ma possono ancora migliorare"© Getty Images

"Metterò gente fresca, è l’ultima partita e non sarà facile. È importante che i giovani in questi giorni si siano allenati con i calciatori che hanno più esperienza. Possono migliorare a livello di personalità. Scamacca? Quando è uscito con l’Inghilterra era distrutto, vediamo come sta. Pensavo che i ragazzi potessero fare un po’ più di fatica, erano alle prime volte e avevano lavorato pochissimo insieme. Credo siano state settimane positive, abbiamo fatto un buon lavoro ma c’è da fare tanto. Quando saremo dominanti, come con l’altra squadra, e fluidi in fase realizzativa saremo un passo in avanti. Ci sono tante cose buone però". Lo ha dichiarato Roberto Mancini in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Nations League contro la Germania.

Mancini annuncia: "Metterò gente fresca"
Guarda il video
Mancini annuncia: "Metterò gente fresca"

Italia, Mancini in conferenza stampa

Il ct azzurro ha poi spiegato: "Noi possiamo pescare ovunque, in B ci sono calciatori di squadre di Serie A che sono andati in prestito, perché in quel momento non li ritengono pronti. È una opinione. Si può andare in B, nelle Primavere, non è detto. Ci sono stati esempi nella storia: alcuni sono passati direttamente alla prima squadra e molto presto in Nazionale".

L'Italia prepara la sfida alla Germania: allenamento al Borussia Park
Guarda la gallery
L'Italia prepara la sfida alla Germania: allenamento al Borussia Park

Italia, le parole di Mancini

Poi, sui pochi gol: "La mediana dev’essere molto offensiva, quando c’è un giocatore a copertura gli altri devono attaccare. Contro l’Ungheria lo hanno fatto spesso, con l’Inghilterra un po’ meno. Anche se abbiamo avuto con Tonali l’occasione buona per segnare. Scamacca deve imparare a muoversi, essere collegato con la squadra, visto il fisico deve far salire. Deve iniziare a decidere, in area di rigore, capendo dove può andare a finire la palla. Deve trovare l’intuizione dell’attaccante". Infine, su Insigne: "Perdere Insigne? Questo non lo so, dipenderà da come starà e cosa accadrà qui. Ha dato tanto a noi, è un grande giocatore, dipende da quello che succede nel campionato americano".

Mancini: "Paura di perdere Insigne? Questo non lo so.."
Guarda il video
Mancini: "Paura di perdere Insigne? Questo non lo so.."

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...