Tuttosport.com

Mandragora: «Juve, voglio mettermi in mostra con l'Italia»
© Massimiliano Vitez/Ag. Aldo Live

Mandragora: «Juve, voglio mettermi in mostra con l'Italia»

Il centrocampista in partenza per la Corea del Sud dove l'under 20 esordirà proprio contro il suo futuro compagno Bentancur: «Puntiamo alla finale»twitta

lunedì 15 maggio 2017

ROMA - "L'Italia ha sempre il dovere di provare ad arrivare fino in fondo. L'impegno sappiamo che è difficile, la competizione è importantissima e noi ci teniamo a fare un buon mondiale. La squadra è pronta, si sta allenando bene e sono fiducioso dei miei ragazzi". Così Alberigo Evani, commissario tecnico della Nazionale italiana Under 20 in procinto di partire per la Corea del Sud dove il 21 maggio esordirà contro l'Uruguay nel primo match del Mondiale di categoria. Una competizione conquistata dall'under 19 di Vanoli che lo scorso anno arrivò in finale all'Europeo perso contro la Francia: "A livello individuale abbiamo perso qualche elemento come Locatelli e Chiesa, passati in Under 21, però ci sono ragazzi forti e motivati e quindi siamo convinti di fare un buon mondiale", ha aggiunto Evani, dopo aver raccolto assieme alla squadra il saluto del direttore generale della Figc, Michele Uva e del vicpresidente dell'Aic, Renzo Ulivieri. Con il ct, anche il capitano dei baby azzurri, Rolando Mandragora: "Abbiamo il desiderio di arrivare fino in fondo - ha spiegato il centrocampista juventino - non possiamo porci obiettivi a lungo termine. Alla fine tireremo le somme. In nazionale arriviamo con lo spirito giusto e appartenenza, cercheremo di fare il nostro meglio". "Questa competizione - ha concluso Mandragora - è di fondamentale importanza per me e per tutti i compagni che vogliono mettersi in mostra, questo può essere un grosso trampolino di lancio per tutti".

Tutte le notizie di Italia Under 21

Approfondimenti

Commenti