Tuttosport.com

Europeo Under 21, Repubblica Ceca-Italia 3-1: non basta Berardi, semifinali a rischio
© Massimiliano Vitez/Ag. Aldo Live

Europeo Under 21, Repubblica Ceca-Italia 3-1: non basta Berardi, semifinali a rischio

Sotto di un gol all'intervallo, gli azzurrini di Di Biagio pareggiano nella ripresa ma poi crollano nel finale. Ora bisognerà battere la Germania

twitta

mercoledì 21 giugno 2017

di Giuliano De Matteis

TYCHY (Polonia) - Una sconfitta pesante per l'Italia Under 21, che dopo la vittoria sulla Danimarca al debutto fallisce il bis nella seconda giornata degli Europei di categoria in Polonia. Un 3-1 che mette ora a rischio la qualificazione alle semifinali degli azzurrini (passano le prime tre e la migliore seconda dei tre gironi), battuti 3-1 da Schick e compagni dopo aver chiuso l'intervallo sotto di una rete e ripreso il match nella ripresa prima di crollare nel finale. Di Biagio non rinuncia al suo 4-3-3 ma presenta diverse novità nell’undici titolare rispetto alla gara vinta all’esordio contro la Danimarca: dentro FerrariCalabriaGrassi Cataldi che prendono il posto di CaldaraBarrecaBenassi Gagliardini. Sull’altro fronte il collega Lavicka schiera i suoi con un 4-2-3-1 in cui Jankto dell’Udinese fa l’esterno destro e tutti i fari sono puntati su Schick, attaccante della Sampdoria (ma a un passo dalla Juventus) schierato unica punta. 

EUROEO UNDER 21, REPUBBLICA CECA-ITALIA 3-1: LE STATISTICHE DEL MATCH

GARA IN SALITA – Avvio intraprendente per l’Italia che prova a prendere fin da subito in mano il pallino del gioco e al 10’ arriva già la prima grande chance azzurra: bella combinazione tra Pellegrini e Petagna con il primo che si inserisce in area ma viene contrastato al momento a calciare, la palla arriva a Bernardeschi che ci prova di prima con un sinistro troppo centrale però per impensierire davvero il portiere Zima. Al 17’ giallo per Hubinek per un tackle un po’ troppo vigoroso su Pellegrini ma pian piano i cechi prendono convinzione e campo, spaventando al 20’ Donnarumma con Hasek che tutto solo al limite dell’area calcia potente ma troppo alto. Un campanello d’allarme forse sottovalutato dagli azzurri, ora meno decisi rispetto agli avversari e puniti al 24’: Holzer lancia lungo dalle retrovie, la palla arriva nella zona dei due capitani e - quando lo juventino Rugani scivola - Travnic non mostra ovviamente alcuna pietà nell’accentrarsi per siglare l’1-0 con un preciso diagonale rasoterra. La replica azzurra è immediata, ma sulla punizione calciata con il sinistro da Berardi il pallone sfiora solamente il palo e il fantasista del Sassuolo - dopo una bella presa di Donnarumma su tiro-cross di Schick – si si becca poi anche l’ammonizione per un intervento a gamba tesa su Holzer. Gli animi si scaldano e e dopo il palo sfiorato da Petagna con il destro al 33’ si accende una mischia con i cechi arrabbiati (l’Italia ha proseguito l’azione con Jankto a terra) e a farne le spese è Cataldi che paga con il giallo. Ora i cechi sono chiusi a riccio e non resta che provarci da fuori, ancora con Bernardeschi a cui risponde però Zima. Andando a caccia del pari la squadra di Di Biagio però si scopre e rischia grosso al 39’ quando Rugani è monumentale nel recuperare e disinnescare prima Schik e poi Hasek. Gli ultimi squilli prima del riposo sono azzurri e ancora opera del talento viola, che si rivela però innocuo prima colpendo di testa su cross di Calabria e poi calciando sulla barriera una punizione potenzialmente pericolosa.

LA VITTORIA ALL'ESORDIO CONTRO LA DANIMARCA (FOTO)

ILLUSIONE E CROLLO - Dopo l'intervallo si riparte senza cambi, ma la prima mossa del ct azzurro non tarda ad arrivare e al 53', dopo un tiro di Berardi parato da Zima, scocca l'ora di Chiesa che prende il posto di Grassi con l'Italia che passa al 4-2-3-1: il figlio d'arte viola e Berardi larchi e Bernardeschi più libero di svariare a supporto di Petagna. I frutti sembra vedersi subito e passati appena due minuti Berardi riesce a servire a centro area Bernardeschi a cui replica però di nuovo Zima con un grande intervento. Altra grande chance al 63' su una punizione dal limite conquistata da Petagna e calciata di sinistro da Berardi, con Rugani anticipato al momento del tap-in dopo un'altra prodezza del portiere ceco. Al 67' Jankto danza tra tre azzurri appena fuori dal confine destro dell'area e pesca Schick che non ci pensa un attimo e per poco non sorprende Donnarumma girando al volo con il destro e sfiorando l'incrocio sul palo più lontano. Rischi che l'Italia è costretta a correre nella sua ricerca del par, ma il coraggio viene premiato al 70', quando Cataldi vede l'inserimento centrale di Berardi e lo mette a tu per tu su Zima che prima ipnotizza il calabrese ma nulla può sulla successiva ribattuta di testa. Nemmeno il tempo di festeggiare l'1-1 e arriva subito un brivido per gli azzurrini, con i cechi che chiedono invano fallo di mano e rigore per una respinta con il petto di Ferrari su conclusione di Jankto mentre al 73' viene ammonito Conti per un fallo su Havlik. Ora la gara è apertissima e le due squadre hanno voglia di vincere, ma Petagna prima non arriva su un cross basso di Chiesa e poi non inquadra la porta tentando il pallonetto a tu per tu con Zima dopo un assist al bacio di Berardi. Nel frattempo Di Biagio getta nella mischia anche Gagliardini al posto di Beranrdeschi, con Lavicka che replica inserendo Chori per Hubinek ma al 79' ringrazia Havlik che - ammonito poco prima per gioco falloso e servito proprio dal nuovo entrato, a differenza di Petagna non sbaglia e supera Donnarumma per il nuovo vantaggio ceco. All’83’ arrivano anche le ultime due sostituzioni: Cerri per Cataldi nell’Italia e Sacek per Schik per la Repubblica Ceca che però evita ogni sofferenza finale chiudendo i giochi all'85' con Luftner che pesca il jolly e con un gran destro dalla lunghissima distanza firma il 3-1 che tramortisce gli azzurri. Resta il tempo per un giallo a Cerri prima del triplice fischio che sancisce la sconfitta degli azzurrini, ora obbligati a battere la Germania (e potrebbe non bastare) per ottenere la qualificazione in un girone che con 3 punti li vede ora appaiati agli stessi cechi e ai tedeschi impegnati questa sera con la Danimarca.

EUROPEO UNDER 21, GERMANIA-DANIMARCA: SEGUI LA DIRETTA

REPUBBLICA CECA-ITALIA 3-1: IL FILM DELLA PARTITA (FOTO)

Tags: Europeo Under 21Repubblica CecaItalia

Tutte le notizie di Italia Under 21

Approfondimenti

Commenti