NBA 2K League: i Warriors si aggiudicano il The Turn
0

NBA 2K League: i Warriors si aggiudicano il The Turn

“The Turn” è il secondo torneo interstagionale della 2K League, che come l'anno scorso ci offre un'occasione per fare il punto su questo primo mese di campionato.

giovedì 16 maggio 2019

Una fase a gironi seguita da un tabellone a eliminazione diretta, con una fetta del montepremi globale messa in palio per i vincitori. Questa volta, la 2K League fa le cose in grande e l'intero carrozzone si sposta sul lato ovest del Mississippi, abbandonando i consueti studi di New York per disputare le cinque giornate del torneo tra le luci di Las Vegas, in Nevada. E forse proprio le squadre della West Coast hanno giovato maggiormente di questa novità, sentendosi più vicine a casa. Il palcoscenico infatti è stato tutto dei Warriors Gaming, assoluta sorpresa del torneo.

Tra le squadre peggiori della scorsa stagione, protagonisti di un esordio senza infamia e senza lode in quest'annata 2019, si erano finora messi in luce soprattutto per aver scelto al draft la prima giocatrice donna del campionato, Chiquita. Ma in questo “The Turn” i Warriors prendono ispirazione dalla franchigia “reale” di Golden State, lanciata all'inseguimento del terzo anello NBA consecutivo, e battono i favoriti Heat Check e Mavs, prima di sconfiggere addirittura i dominanti 76ers Gaming nella finale con un sonoro 58-39.

“The Turn” si è rivelato un evento in grado per l'appunto di ribaltare il tavolo e i pronostici. Tra le squadre qualificate alle fase finali troviamo i semifinalisti Jazz e Bucks, oltre ai Celtics Crossover che si sono fermati ai quarti. Tutte compagini che hanno iniziato la regular season col freno a mano tirato e che hanno tirato fuori dal cilindro una prestazione sopra le righe, ideale per ritrovare lo slancio perduto.


TOP. L'intero quintetto dei Warriors Gaming ha superato le aspettative, ma le luci della ribalta si sono concentrate sull'MVP del torneo, Type, non un nome di spicco – era stato selezionato solamente al quarto giro nel 2018 – ma capace di imporsi sotto canestro come i migliori del suo ruolo. Bene anche Ria, il centro dei Jazz Gaming scelto con la prima pick assoluta all'ultimo draft, che finalmente batte un colpo trascinando i suoi alle semifinali.

FLOP. I Blazer5 erano in striscia vincente, ne avevamo parlato la scorsa settimana, ma si sono fatti sorprendere sul più bello non riuscendo nemmeno a superare la fase a gironi. Si possono consolare, però, col loro centro OneWildWalnut che ha avuto modo di mettere in mostra le proprie skill sul campo da basket reale (fa parte della squadre di college dei Santa Monica Corsair) in un bell'evento organizzato dalla 2K in collaborazione con la NBA, approfittando della cornice di Las Vegas: una palestra a disposizione dei campioni della 2K League – insieme a Walnut si sono distinti BallLikeSeem e Lavish, e di famosi streamer come CashNasty e Troydan invitati per l'occasione.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Nba 2K League the turn Warriors

Commenti