eSerie A: le novità della nuova stagione

Marco Brandino, caster della competizione: “Occhio alle neopromosse”
eSerie A: le novità della nuova stagione

La caccia è nuovamente aperta. La eSerie A si prepara a riaprire i battenti. Nell’ultima edizione, il tricolore è andato a Francesco “Obrun” Tagliafierro e al Torino. Come spesso accade nel calcio reale, i progetti e le ambizioni cambiano. Il campione in carica, infatti, non vestirà più la maglia granata. È la neopromossa Lecce, grazie ad un accordo con Exeed, ad essersi assicurata le sue prestazioni. Il countdown, intanto, è già partito e Marco Brandino, caster della eSerie A, non vede l’ora di cominciare: “C’è tanto entusiasmo – le sue parole ai nostri microfoni – e in cantiere ci sono tante novità. Sono curioso di vedere le neopromosse. Mi affascina il Monza, che avrà a disposizione un roster di tutto rispetto (Lucio "Hhezers" Vecchione e Raffaele "ErCaccia" Cacciapuoti, ndr).

Lotta a due

Entrambi i finalisti della scorsa edizione hanno cambiato casacca. Detto di Obrun, Karim “Karimisbak” Rmaiti si è accasato all’Hellas Verona dopo la retrocessione in Serie B del Venezia e la conseguente impossibilità a partecipare alla eSerie A. Saranno ancora loro a contendersi il titolo? “L’ambizione di ogni player - prosegue il caster- segue questa logica. Obrun ha già vinto la eSerie A, Karim è arrivato ad un passo. Di conseguenza, visto il triste epilogo, ci riproverà quest’anno. Lecce ed Hellas Verona sono due team da tenere sott’occhio”.

Torna la Juventus

Nella prossima eSerie A ci sarà spazio anche per la Juventus. La partnership firmata in estate con Electronic Arts ha riportato i bianconeri su Fifa. Non sempre, però, le grandi squadre riescono ad imporsi sul campo virtuale. A confermare questa tesi, l’albo d’oro che ha visto trionfare il Benevento nella prima edizione e il Torino in quella successiva. “Questo è il bello dell’esports - conclude Brandino -, il blasone conta fino ad un certo punto. Del resto, è un mondo completamente nuovo per tutti. A prescindere dalla squadra, il punto di partenza è lo stesso per i player. È sempre più forte chi riesce a portarsi a casa il trofeo”. 

Le novità

Le formazioni, dunque, torneranno a dare spettacolo sul campo virtuale in un format che sarà ulteriormente arricchito. Tante le novità in programma. A partire dagli eventi offline eSerie A Tim Roadshow che, in collaborazione con i club, offriranno un’esclusiva occasione di intrattenimento per gli appassionati. Il primo di questi eventi si è già tenuto lo scorso 10 novembre nella cornice della Dacia Arena di Udine, casa dell’Udinese. Un’occasione che è servita per la presentazione istituzionale della eSerie A Tim 2023. Nella prima metà di gennaio, invece, tutte le squadre partecipanti scenderanno in campo per la Electronic Arts Sports eSupercup.

Ridurre le distanze

Anche in questa stagione Infront Italy, su incarico di Lega Serie A, continuerà nella gestione degli aspetti di organizzazione e produzione della manifestazione, coadiuvati dal Tournament Organizer Pg Esports. Tim si conferma Title Sponsor della competizione, mentre PlayStation sarà sempre partner della competizione e ospiterà sulla sua dashboard di gioco le fasi di qualificazione online aperte a tutti. “L’esports – le parole di Luigi De Siervo, Amministratore Delegato di Lega Serie A – è un fenomeno in costante espansione e rappresenta un veicolo di fidelizzazione dei giovani tifosi e non solo. Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere le nuove generazioni e sperimentare format innovativi proiettati al futuro”.

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...