Ai Complexity la FIFA eClub World Cup 2020

Termina lo spettacolo della FIFA eClub World Cup 2020, che ha visto Milano come teatro principale ed i Complexity salire sul tetto del mondo

© EA

Nel corso delle ultime giornate, Milano e soprattutto gli East End Studios sono stati i protagonisti della FIFA eClub World Cup 2020, dove i migliori team al mondo si sono sfidati per ottenere il conseguente titolo. Tra le partecipanti vi erano anche 3 squadre della scena italiana, ovvero i MKERS, il Team QLASH e l'AS ROMA, che tra alti e bassi hanno concluso il loro percorso nella competizione

Le formazioni che sono state scelte da questi team portavano nomi di tutti rispetto. I giallorossi hanno infatti optato per la coppia formata da Damie e SpiderKong, mentre i QLASH hanno partecipato con Crazy e DrNightWatch, ed infine i MKERS con il celebre IcePrinsipe e Ribera Ribell. 

Il primo a capitolare del terzetto sarà il Team QLASH, il cui duetto non riesce a soverchiare le gerarghie e si trova costretta a chiudere la competizione in fondo al Girone C, e quindi fuori dalla Top 16 dell'evento.

@EA

Risultati leggermente migliori per i Mkers, l'avventura di IcePrinsipe e Ribera Ribell è caratterizzata dalla quarta posizione ottenuta nel gruppo D, con conseguente qualificazione alla fase playoff. Purtroppo il destino li ha messi subito contro i Complexity, team che poi andrà a vincere il torneo finale, e che sconfiggerà la squadra italiana sia nella sfida 1Vs1 sia in quella a squadre ottenendo uno score contro il team italiano di 6-0.

Immagine

@EA

In merito all'eliminazione agli ottavi, è intervenuto anche Thomas De Gasperi, presidente MKERS, che ha voluto salutare questo risultato con tanto entusiasmo ed ottimismo per il futuro: “Questo rappresenta per noi motivo di grande orgoglio, a dimostrazione del fatto che anche in Italia si può competere ad altissimi livelli senza dover necessariamente andare a cercare giocatori all'estero, ma lavorando insieme ai nostri ragazzi e supportandoli in un percorso di crescita”.

Può sorridere la ROMA Esports, che dopo aver praticamente dominato insieme ai Fnatic il gruppo C (chiuso con 29 punti, il punteggio più elevato dopo quello raggiunto dai Fnatic in tutta la fase a gruppi) si deve arrendere solo ai Complexity.

@RomaEsports

Dopo aver pareggiato Gara 1 a reti inviolate, basta una sola rete nella successiva sfida per vedere interrotto il loro cammino, ad un passo dal sogno.

In finale voleranno quindi gli statunitensi Joksan e MaxeVip, che riusciranno a sconfiggere con meno problemi rispetto a quelli avuti con la Roma gli avversari degli Ellevens, portando a casa il secondo titolo mondiale vinto nello stesso fine settimana (contemporaneamente al torneo di Fifa, veniva vinto il primo titolo mondiale su World of Warcraft insieme alla gilda Limit).

Commenti