WoW Classic: è tempo di tornare alle origini
0

WoW Classic: è tempo di tornare alle origini

Finalmente disponibile il nuovo contenuto che riporta indietro gli orologi alla prima versione di World of Warcraft.

giovedì 29 agosto 2019

Tanto i veterani quanto gli ultimi arrivati possono ora vivere Azeroth com'era nei suoi primi giorni con World of Warcraft Classic, disponibile da oggi e incluso senza costi aggiuntivi come parte dell'abbonamento WoW a livello globale. World of Warcraft Classic è stato un gesto d'amore di Blizzard e il risultato è un'autentica ricostruzione del gioco prima di qualsiasi espansione, nel suo stato più completo in quanto a funzionalità, ossia dopo l'implementazione della patch 1.12.0, "Tamburi della Guerra", del 2006. Blizzard ha riportato online i reami di WoW Classic in tutto il mondo, per ospitare i quasi due milioni di giocatori che hanno già creato dei personaggi in previsione del lancio di oggi, e lavorerà per aggiungerne altri in base all'andamento della popolazione dei server.

World of Warcraft, giocato da oltre 140 milioni di giocatori negli scorsi 15 anni*, si è evoluto significativamente nel corso di sette espansioni, con numerosi miglioramenti alle funzionalità, potenziamenti e ottimizzazioni dell'esperienza ludica. Sotto diversi aspetti, World of Warcraft Classic è più implacabile ed esigente con i giocatori rispetto alla versione odierna del gioco. Le relazioni all'interno della community sono di primaria importanza: attività come le incursioni e le spedizioni devono essere organizzate collettivamente da giocatori nello stesso reame, mentre le sfide più difficili richiedono 40 giocatori coordinati e devoti alla causa.

La Azeroth di Classic è allo stesso tempo meravigliosa e pericolosa, e le sue prove spingeranno i giocatori al limite. L'Alleanza e l'Orda, nel bel mezzo di una vera e propria guerra, sono costrette a fare i conti con forze i cui poteri trascendono il loro brutale conflitto. Tra loro, alcuni dei più iconici e odiati cattivi dell'universo di Warcraft, come Ragnaros the Firelord (Ragnaros il Signore del Fuoco) e l'Archlich Kel'Thuzad (l'Arcilich Kel'Thuzad).

"È passato molto tempo, ma siamo felicissimi di dare il benvenuto ai nostri amici, nuovi e vecchi, sulla Azeroth classica," ha dichiarato J. Allen Brack, presidente di Blizzard Entertainment. "L'entusiasmo della community è contagioso e profondamente motivante: è chiaro che sono emozionati come noi di poter rivivere l'esperienza di World of Warcraft Classic. Non vediamo l'ora di riscoprire le sue meraviglie e le sue sfide insieme a loro, a partire da oggi."

World of Warcraft Classic continuerà ad espandersi nelle settimane e nei mesi successivi al lancio di oggi, offrendo ai giocatori l'opportunità di vivere momenti cruciali nella storia di Azeroth precedentemente persi nel tempo. Tra le numerose funzionalità che verranno introdotte nel gioco, in sei fasi successive, ci sono le storiche incursioni di Blackwing Lair (Fortezza dell'Ala Nera), Zul'gurub e Naxxramas, i campi di battaglia PvP come Warsong Gulch (Forra dei Cantaguerra), Arathi Basin (Bacino d'Arathi) e la versione classica di Alterac Valley (Valle d'Alterac), e anche eventi a tempo limitato come l'Ahn'Qiraj War Effort (Preparativi per la Guerra di Ahn'qiraj) e la Scourge Invasion (Invasione del Flagello).

World of Warcraft Classic ha anche annunciato il 15° anniversario di WoW, anticipando i festeggiamenti previsti per i prossimi mesi. Le celebrazioni inizieranno con un evento di gioco nell'ultima espansione di World of Warcraft, Battle for AzerothTM, durante il quale i giocatori di massimo livello potranno partecipare a un'incursione speciale che riunisce alcuni dei boss più potenti delle incursioni della storia di WoW. I giocatori che completeranno l'incursione otterranno la cavalcatura Spezzamondi d'Ossidiana, ispirata al temuto Aspetto del Drago Alamorte il Distruttore.

Inoltre, tutti i giocatori che si connetteranno a Battle for Azeroth durante l'evento del 15° anniversario otterranno dei bonus a tempo limitato, tra cui la mascotte Piccolo Nefarian, un'impresa di gioco commemorativa e molto altro. Ulteriori dettagli saranno annunciati nelle prossime settimane.

Estratto del comunicato stampa - Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

blizzard wow Classic

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...