DrDisrespect è stato bannato a vita da Twitch

Il 38enne americano bannato da Twitch è da anni uno degli streamer più importanti della piattaforma, con quasi 1.6 milioni di fan
DrDisrespect è stato bannato a vita da Twitch© Kevin Haube/ESPAT Media

Non solo tornei e competizioni compongono il variopinto mondo di Twitch.TV, la piattaforma di live-streaming più famosa al mondo sulla quale ogni anno vengono trasmessi centinaia di eventi relativi all'universo Esport: una parte importantissima dell'industria dello streaming e del traffico dalla piattaforma è quella relativa alle varie "celebrità" digitale di spicco interne al settore, che con il loro carattere particolare ed unico intrattengono appassionati e fan. 

E' questo il caso di Herschel "Guy" Beahm IV, 38enne americano diventato famoso online con lo pseudonimo di DrDisrespect, che grazie alla sua particolare personalità si è affermato come uno degli streamer più famosi della piattaforma, almeno fino a pochi giorni fa.

Si sono susseguite su social e testa online diverse indiscrezioni, infatti, che confermano come lo streamer da 1.5 milioni di iscritti sia stato bannato a vita dalla piattaforma Twitch.TV, dove andavano in onda quotidianamente i suoi live streaming.

Bannare uno streamer “per sempre” è l’azione più grave prevista dal codice di condotta di Twitch Twitch, poichè quando ad un creatore di contenuti viene rimossa la possibilità di realizzare trasmissioni a rimetterci è (anche) l’intera società, che rischia di perdere un altissimo traffico da parte degli utenti: dalla decisione di bannare DrDisrespect è infatti derivata quella di rimborsare tutti gli abbonati al canale, che per ovvi motivi non potranno più seguire il loro beniamino in diretta.

Non è ancora chiaro quale sia stato il motivo che ha indotto la nota piattaforma di streaming ad oscurare uno dei suoi talenti migliori: a  conferma di ciò c'è il tweet di Herschel stesso, che ha pubblicato un post piuttosto criptico, nel quale si legge "Club dei Campioni [Così viene chiamata la community dei suoi appassionati, ndr], Twitch non mi ha ancora notificato la ragione specifica della sua decisione...Una forte stretta di mano a tutti quelli che mi stanno dando supporto in questi tempi duri".

Secondo alcune voci che girano all’interno della community del servizio di streaming, potrebbe trattarsi di una decisione presa da Twitch in risposta alla recente ondata di denunce di abusi sessuali che ha colpito la scena esport.

Per altri, invece, sarebbe tutta una trovata pubblicitaria in occasione del lancio di una nuova piattaforma di streaming che lo statunitense avrebbe fondato insieme a Tyler "Ninja" Blevins e Michael "Shroud" Grzesiek, i due streamer più famosi del mondo recentemente lasciati "liberi" dalla chiusura definitivama di Mixer, la piattaforma Microsoft sui quali i due producevano in esclusiva i loro contenuti.

Ripetiamo, però, che ancora non ci sono stati ancora comunicati ufficiali in merito nè al ban di DrDisrespect nè alle motivazioni del suddetto.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...