Rainbow Six Siege: svelati tutti i dettagli di Operazione Burnt Horizon
0

Rainbow Six Siege: svelati tutti i dettagli di Operazione Burnt Horizon

Ubisoft annuncia tutti i contenuti della Season 1, Year 4 del noto sparatutto competitivo.

martedì 19 febbraio 2019

Il terzo anno di vita di Rainbow Six Siege, noto sparatutto in prima persona competitivo di Ubisoft, sta per giungere al termine; ed è per questa ragione che risulta ormai imminente l’avvento della prima Stagione del Quarto Anno. Ubisoft, nel corso dell’ultimo evento 6 Invitational, ha annunciato tutte le novità e i cambiamenti che verranno con la nuova Season.

Innanzitutto, è stato svelato il nome e le caratteristiche della nuova Operazione: si chiamerà Burnt Horizon, e come di consueto porterà con sé due nuovi operatori e una nuova mappa. Iniziando da quest’ultima, sappiamo che essa si chiamerà Outback; sarà ambientata in Australia (nazione di provenienza dei nuovi operatori), in particolare in una stazione di servizio situata lungo un’assolata autostrada. Sarà divisa in tre aree: Garage, Ristorante e Motel. Si tratta di una mappa di medie dimensioni, che presenta comunque diverse sezioni per il combattimento ravvicinato.

Dal punto di vista estetico, i richiami all’Australia saranno diversi, ad esempio sotto forma di souvenir sparsi per la mappa. Passando agli operatori, questa volta entrano in scena una nuova attaccante, Gridlock, e un nuovo difensore, Mozzie. I due si conoscono da molto tempo e sono entrambi membri del plotone di mobilità del SASR (Special Air Service Regiment) australiano. Essi potranno essere acquistati con la valuta di gioco o sbloccati subito dai possessori del pass dell’Anno 4.

Gridlock, l’attaccante, è armata con il fucile d’assalto F90 o la LMG M249, oltre che col fucile a canne mozze Super Shorty. La sua abilità speciale consiste nel poter dispiegare i pungiglioni Traz, ovvero una versione portatile delle strisce chiodate stradali. Essi funzioneranno come il filo spinato dei difensori (ma ovviamente dal lato degli attaccanti), poiché faranno rumore quando toccati e rallenteranno il nemico, ma infliggeranno anche danno. Questo certamente ostacolerà molto i giocatori che in difesa tendono a spostarsi molto nelle mappe per sorprendere gli opponenti. Gridlock avrà 3 di armatura e 1 di velocità.

Mozzie, il difensore, sarà equipaggiata con il fucile d’assalto AR9 o la pistola mitragliatrice R10 Ronie, accanto al fucile Super Shorty. La sua abilità è alquanto peculiare: potrà infatti schierare il Parassita, un dispositivo in grado di aggredire un drone di ricognizione della squadra avversaria per oscurarlo e infine prenderne il pieno controllo. In questo stato, il drone “parassitato” si renderà distinguibile attraverso una luce blu, ma fornirà un notevole vantaggio tattico alla squadra, che disporrà così di un’ulteriore telecamera mobile. Le statistiche di Mozzie sono 2 di armatura e 2 di velocità.

Accanto a queste novità primarie, Burnt Horizon aggiungerà a Rainbow Six Siege un Set Elite dedicato a Operazione Hibana. Esso comprenderà un nuovo completo, denominato Onkochishin, per l’operatrice, una emote di vittoria e un ciondolo per le armi. Ubisoft ha annunciato che a partire dal 18 Febbraio sono aperti, come di consueto solo su PC, i Test Server per Operazione Burnt Horizon, dove i giocatori potranno provare tutte le novità in anticipo e potranno comunicare eventuali problemi riscontrati sulla piattaforma dedicata R6 Fix. Ciò significa che fra poco tempo verrà resa disponibile la versione definitiva, per tutte le piattaforme, della nuova stagione.

Tuttavia, le novità non si fermano qui; il 6 Invitational ha infatti costituito occasione per anticipare una serie di modifiche, ribilanciamenti e sistemazioni che verranno apportate nel corso dell’Anno 4 al titolo. Innanzitutto, Ubisoft tenterà di contrastare uno dei maggiori problemi del modo di interagire tra di loro dei giocatori, ovvero il fuoco amico intenzionale, con una tecnica inedita. Nel corso dei prossimi mesi verrà così testato il “fuoco amico inverso”: danneggiare un proprio compagno significherà ricevere un ammonimento, e nel caso in cui si persista si riceveranno danni a propria volta.

In secondo luogo, ci saranno succose novità nell’ambito competitivo, in quanto le partite classificate funzioneranno in modo parzialmente diverso. Ubisoft ha intenzione di creare delle “liste di gioco” separate, in cui saranno ricompresi diversi gruppi di giocatori, in modo da rendere il matchmaking più equilibrato. Una delle liste comprenderà i giocatori “nuovi”, ovvero che vanno dal livello 1 al livello 50; le partite classificate per questi giocatori avranno regole quasi uguali a quelle dei livelli più alti, in modo da abituare i nuovi arrivati al reparto competitivo del titolo.

Ai giocatori più navigati invece sarà riservata un’altra lista, in cui la modalità standard sarà “pick and ban”, che permette a ciascuna squadra di proibire all’altra l’utilizzo di uno specifico operatore. Sarà infine introdotto un’interfaccia dedicata al competitivo, dove si potranno reperire numerose informazioni come quali mappe verranno incluse o escluse dalle partite classificate, statistiche personali di gioco e le ricompense ottenibili vincendo partite classificate.

Destinatari di bilanciamenti saranno anche diversi operatori. Lion verrà fatto oggetto di modifiche al fine di renderlo meno aggressivo; il suo ruolo sarà principalmente quello di dare informazioni utili agli altri giocatori. Glaz diverrà più difficile da utilizzare negli scontri ravvicinati, poiché il mirino del suo fucile di precisione sarà più strettamente legato ai suoi movimenti; questo lo riporterà probabilmente al suo ruolo originario di cecchino. Inoltre, le frecce incendiarie della balestra di Capitao saranno potenziate, in modo da poter svolgere un ruolo più determinante nel negare l’accesso ad alcune aree.

Per quanto riguarda i gadget condivisi, la carica da irruzione sarà depotenziata, e produrrà un’esplosione meno potente per chi si trova nei paraggi. Dal canto suo, lo scudo portatile sarà più facile da posizionare e presenterà delle piccole fessure per poter vedere al di là di esso, ma non si potrà sparare attraverso di esse (né da un lato né dall’altro). In conclusione, tre saranno le mappe che subiranno modifiche sostanziali. Kafe Dostoyevsky subirà infatti un ampliamento al secondo piano, mentre il vano scale del piano terra verrà spostato in modo da ridurre lo spazio inutilizzato. La bomba della Panetteria è stata poi spostata in cucina, il che la rende più facilmente difendibile.

Kanal sarà anch’essa ristrutturata. Saranno aggiunti due nuovi percorsi per raggiungere l’edificio rosso, ovvero un’entrata dall’alto e un tunnel sotterraneo. Alcune strettoie saranno inoltre allargate, rendendo l’ambiente meno occluso. Per concludere, Theme Park sarà l’ultima mappa interessata dalle modifiche del Quarto Anno, anche se ancora non sappiamo nulla di preciso.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

rainbow six burnt horizon

Commenti