Kaspersky presenta la propria piattaforma contro i cheater
0

Kaspersky presenta la propria piattaforma contro i cheater

“Kaspersky Anti-Cheater” mira a colpire duro una delle minacce più gravi al gaming online con un sistema innovativo

martedì 17 settembre 2019

Uno dei problemi più preoccupanti che affligge il mondo dei videogiochi competitivi online è senza dubbio costituito dal cheating: il manomettere il codice del gioco per modificarne il funzionamento in modo da ottenerne un ingiusto vantaggio, a discapito dei propri avversari. Pratiche scorrette di questo tipo non solo minano la serena esperienza di gioco delle community di giocatori dei vari titoli, ma rischiano seriamente di compromettere il corretto andamento di un evento esportivo. La minaccia non è tanto grave nelle fasi finali di tornei o campionati, che solitamente si tengono dal vivo e con attrezzature controllate, quanto piuttosto nelle fasi di qualificazioni immediatamente precedenti. Questo a maggior ragione in uno scenario in cui si affermano sempre più gli “Open Qualifiers”, a cui tutti i giocatori possono partecipare liberamente, magari da casa propria. In tutti questi casi, non c’è modo di garantire che nessuno “farà il furbo”, magari introducendo cheat non particolarmente vistosi ma notevolmente vantaggiosi nella propria versione del titolo.

Al fine di combattere efficacemente questo riprovevole fenomeno, Kaspersky, un colosso in ambito di sicurezza informatica, ha deciso di proporre una propria piattaforma che sia in grado di identificare e segnalare i cheater. Kaspersky Anti-Cheat, questo il nome dell’applicazione che chiunque potrà scaricare sui propri dispositivi PC, è infatti in grado di individuare eventuali imbroglioni presenti nelle partite di chiunque l’abbia installata, verificando se siano riscontrabili manomissioni nei meccanismi di gioco. Fatto ciò, l’applicazione procede non all’automatica squalifica del presunto cheater, ma a segnalare ai giudici della competizione l’anomalia, che se verificata porterà alle dovute conseguenze. In questo modo viene facilitata la sanzione dei cheater, che tuttavia rimane nel potere di un giudice umano.

Kaspersky Anti-Cheat è stata presentata a StarLadder Berlin Major 2019, un torneo professionale di Counter-Strike: Global Offensive che si è tenuto tra il 23 Agosto e l’8 Settembre. I giochi supportati da Anti-Cheat, per ora, sono solamente due: CS:GO, appunto, e PlayerUnknown’s Battlegrounds, ma è auspicabile che in futuro altri titoli si aggiungeranno alla lista. Il beneficio che potrebbe infatti provenire dalla generalizzazione di un sistema di questo tipo (previa necessaria fase di testing), sia per l’ambito esportivo che per il gaming online in generale, sarebbe davvero notevole.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Kaspersky

Caricamento...