Lotta per i playoff: come stanno le sei squadre di metà classifica?
0

Lotta per i playoff: come stanno le sei squadre di metà classifica?

Ricordiamo tutti com'è finito lo scorso split: ben sei squadre si contendevano solo due posti per i playoffs, e alla fine sono stati Roccat ed H2K ad avere la meglio.

giovedì 7 giugno 2018

Torniamo su quelle squadre e vediamo quali sono le loro possibilità per il Summer Split.

Troppo tardi: Unicorns of Love. Gli unicorni sembravano proprio aver trovato la propria dimensione: Kold come shotcaller aggressivo, Exileh che finalmente riusciva a canalizzare le proprie azioni spericolate senza però concluderle in modo fallimentare e una botlane capace di prendere in mano la partita con le giuste risorse. Purtroppo per i ragazzi in rosa, questa realizzazione è arrivata troppo tardi durante lo Spring: l’immenso fardello di un inizio stagione con 8 sconfitte su 9 partite ha pesato troppo. Nonostante questo, la seconda metà li ha visti prevalere sulla maggior parte delle squadre che condividevano con loro la parte bassa della classifica. Se gli Unicorns continuano su questa traiettoria di miglioramento, non è da escludere che possano scalzare squadre sulla carta più forti e sgattaiolare nella top 6.

Promesse vincenti: H2K. Forse la squadra che più ha sorpreso considerando il livello atteso, gli H2K sono riusciti a trasformare una botlane in cui nessuno credeva in una coppia di minacce da temere. Sheriff, il giovane ADC ceco, si è rivelato uno dei novellini più promettenti, addirittura mettendo in ombra l’altrettanto acclamato Upset. Insieme a lui, finalmente il polacco Selfie ha avuto l’occasione di dimostrare le proprie capacità in midlane dopo un inizio traballante di Caedrel. La domanda per gli H2K é: quanto possono puntare su questi due giovani carry per costruire un gioco consistente? Certamente il loro potenziale è molto alto, ma altre posizioni in squadra sembrano vulnerabili, ad esempio la toplane di SmittyJ, al punto di compromettere un piano di gioco solido. Se gli H2K riusciranno a nascondere queste debolezze e lasciare che Sheriff trascini la squadra, la top 6 potrebbe ancora essere un obiettivo concreto.

Ciò che non è rotto… si cambia lo stesso: Giants Gaming. Dopo un inizio di stagione scoppiettante, i Giants hanno dovuto fare i conti con chi migliorava più in fretta di loro e hanno dovuto rassegnarsi con un posto fuori dai playoffs. Due cambi per loro: il support Targamas viene sostituito da SirNukesALot, anch’egli un novellino, e il nuovo coach Kubz, precedentemente nei Fnatic Academy e noto per le sue tendenze a prolungare le partite più del necessario. Questa potrebbe essere un’accoppiata vincente, siccome i Giants hanno ottenuto gran parte delle vittorie iniziali grazie ad una migliore pianificazione delle partite dopo i 40 minuti. Purtroppo però sembra che il potenziale dei due carry, Betsy e Steeelback, non sia ancora al pari delle altre squadre, e questo potrebbe mettere in difficoltà la squadra spagnola.

Let’s try again: FC Schalke04 Esports. L’hype che circondava questa squadra è lentamente venuta meno quando, settimana dopo settimana, non solo la squadra non riusciva a trovare un’identità propria ma addirittura i singoli membri commettevano errori molto gravi. Ma ecco entrare la sorpresa: il jungler veterano (e per lo scorso split anche analyst!) Amazing, che ancora una volta vuole dimostrare all’Europa di cosa è capace. A questo punto è facile immaginare come Amazing dovrà fornire quello che a Pride mancava: una direzione. E dunque gran parte del successo degli Schalke04 dipenderà dal jungler tedesco: se egli riuscirà ad indirizzare i propri compagni, perfino top 4 sembra un risultato realistico; se invece non si rivelerà all’altezza di questo ruolo, i Royal Blue vivranno una triste replica dello Spring Split.

Non era un caso: Roccat. Nonostante la disfatta contro gli Splyce, i Roccat hanno chiuso lo split conquistando i playoff, un obiettivo che da molti split l’organizzazione cercava di raggiungere. Questo è stato grazie ad uno dei più freschi e promettenti duo jungle/support nel campionato: Memento e Norskeren. Entrambi però devono regolare i momenti di aggressività, in quanto spesso costano loro partite importanti. Dall’altro lato però si presentano gli stessi problemi dei Giants: i due carry, Blanc e HeaQ, sembrano essere ad un livello appena al di sotto dello standard. Tutto ciò potrebbe però cambiare, siccome Blanc gioca da poco in Europa e HeaQ è ancora molto giovane; non sarebbe sorprendente vederli replicare l’avventura dello Spring, prima che qualche squadra acquisti Norskeren!

La grande scommessa: Misfits. Ed ecco la squadra di cui preferisco parlare entrando in questo Summer Split. Nella seconda metà dello Spring, i Misfits hanno vinto la maggior parte (se non tutte) le fasi iniziali della partita, per poi commettere un solo errore e non riuscire a concludere le condizioni di vittoria della composizione scelta. In tutto questo, il midlaner danese Sencux ha subito pesanti critiche, al punto da invocare la sostituzione da tutti i fan dei conigli cremisi. Questo non è successo: infatti i Misfits hanno deciso di scommettere nuovamente su Sencux, anzi raddoppiando attraverso l’assunzione di due nuovi coach, Jesiz e Zen. In questo modo i Misfits sembrano più orientati a risolvere il problema da un punto di vista di squadra e condizioni di vittoria piuttosto che semplicemente sostituendo un giocatore, seppure vi siano parecchi nomi disponibili. Certamente una scelta coraggiosa, ma non dubito che porterà frutti: se tutto funziona, i Misfits potrebbero comunque riuscire a sfondare nella top 3 europea.

Il Summer Split inizierà venerdì 15 Giugno e potrete seguirlo, come al solito, in diretta sul canale Twitch di PG Esports.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

eulcs Presentazione

Commenti

Potrebbero interessarti