PG Nationals: crolla l'impero dei Mkers, IGP ed SMS in finale

0

Per la prima volta nella storia i Mkers non si qualificano per la finale del PG Nationals di Rainbow Six: a contendersi il titolo saranno IGP ed SMS

PG Nationals: crolla l'impero dei Mkers, IGP ed SMS in finale
© PG Esports
mercoledì 1 luglio 2020

Se l'edizione estiva del PG Nationals 2020 di Rainbow Six si è svolta seguendo un copione piuttosto prevedibile, la stessa cosa non si può dire per le due partite dei playoff che hanno visto scontrarsi i primi quattro team della Regular Season (SMS, GoSkilla, IGP e Mkers) e che hanno avuto un esito che nessuno avrebbe potuto prevedere.

Italian Gaming Project Shelob 2 - 1 Mkers (4-7; 8-6; 8-7)

Proprio la prima delle due partite, infatti, è stata senza dubbio una delle sfide più emozionanti della scenta competitiva italiana: partiti completamente sfavoriti e senza alcuna aspettativa di vittoria, gli Italian Gaming Project Shelob sono riusciti ad spodestare i campionissimi dei Mkers, vincitori di ogni edizione ad oggi disputata del PG Nationals.

La partita era iniziata con la vittoria da parte dei Mkers per 7-4 nella prima mappa -Kafè, scelta dagli IGP-. Fin qui, sembrava non dovessero esserci sorprese: gli IGP, nonostante qualche buon round ed in generale una buona presenza in gioco, non sono mai riusciti ad insidiare seriamente i campioni in carica.

La storia sembrava doversi ripetere anche nella seconda mappa, Parco Divertimenti (scelta dai Mkers), iniziata in favore del team di Torok e compagni tanto che i Mkers si erano già ritrovati sul matchpoint dopo appena 9 round giocati. Ci sono voluti la bellezza di quattro round difensivi perfetti e una performance strabiliante di Leonardo "Atroci" Civale agli IGP per sovvertire le sorti della mappa e trovarsi prima sul matchpoint del 7-6 e poi a chiudere la partita dopo un ultimo round offensivo.

La terza mappa, Oregon, è stata caratterizzata da una fase iniziale piuttosto equilibrata che ha visto entrambi i team darsi botta e risposta più volte: quattro round consecutivi hanno consentito agli IGP di trovarsi sul matchpoint del 6-4, ma proprio nel momento più cruciale i Mkers hanno fatto sfoggio di tutta la loro esperienza e del loro sangue freddo riuscidendo a vincere ben 3 roun consecutivamente e ribaltare il punteggio, mettendolo sul 7-6 in loro favore.
Un solo round separava i Mkers dall'ennesima finale e, probabilmente, dall'ennesimo trofeo del campionato italiano. La storia, però, stavolta non si è ripetuta: trascinati ancora una volta da Atroci (autore di ben 41 uccisioni nelle tre mappe), gli IGP sono riusciti a portare a casa gli ultimi due round dei supplementari e a far avverare il sogno di battere i Mkers, veri e propri déi in terra quando si parla del Rainbow Six italiano.

Team GoSkilla 1 - 2 Samsung Morning Stars (7-4; 7-8; 5-7)

A contendersi il titolo italiano ed il posto nella Challenger League Europea insieme agli IGP saranno ancora una volte i Samsung Morning Stars, che proprio contro i Mkers avevano perso la finale della scorsa edizione invernale del PG Nationals.

Per qualificarsi, i SMS hanno dovuto affrontare e superare una vera e propria "bestia nera": nella stagione regolare, infatti, i SMS non erano mai riusciti a battere i GoSkilla, a loro volta protagonisti di una stupenda serie di 6 vittorie consecutive nel finale di campionato.

GSK-SMS inizia su Parco Divertimenti (mappa dei SMS): fin da subito la mappa è stata combattuta e nessuna delle due squadre è riuscita a ottenere un vantaggio cospicuo, almeno fin quando i GoSkilla non sono riusciti a mettere in piedi una fase difensiva quasi perfetta, prendendosi ben 4 round su 5.

Nonostante fosse la scelta dei GSK, la seconda mappa (Clubhouse) era sicuramente il terreno più familiare per i SMS, essendo stata la loro mappa più vincente nella loro Regular Season.
L'inizio partita è stato particolarmente difficile per i SMS, con i GoSkilla che si erano portati addirittura sul 5-1 nella loro metà di gioco offensiva grazie ad un ottima prestazione di Mattia "KaTaYaMa" Mancin.
Nella seconda metà di gioco, però, il team di Samsung è riuscito a ribaltare completamente il suo approccio alla gara (troppo lento e stagnante), portandosi prima sul 6-6 e vincendo poi i tempi supplementari, concludendo la mappa sull'8-6.

Villa, la mappa conclusiva della giornata, è stata senza dubbio la più spettacolare e combattuta della serie tra GSK e SMS: nelle fasi iniziali nessuna delle due squadre è riuscita a prendere le redini della mappa: prima avanti i GoSkilla per 2-0, rimontati poi dai SMS fino al 3-2 a loro volta ripresi dai GSK fino al 5-4. E' qui però che terminano gli sforzi dei Gorilla, che perdendo gli ultimi tre attacchi garantiscono ai Samsung Morning Star il biglietto per la finale.

Programmata per domenica 5 luglio a partire dalle 15:00 sul canale Twitch di Rainbow6IT, la finale vedrà dunque di fronte Italian Gaming Project Shelob e Samsung Morning Stars in un match al meglio di cinque mappe.

rainbow six pg nationals Finale

Caricamento...