RLCS Day 1 - Analisi e risultati

0

Con ancora vivi i ricordi della finale di Madrid, la Stagione 9 RLCS apre i suoi battenti al nuovo format, grazie alla prima giornata da poco conclusa

RLCS Day 1 - Analisi e risultati
© Psyonix
sabato 15 febbraio 2020

Lo spettacolo dell’RLCS torna in onda quasi due mesi dopo le splendide finali di Madrid che hanno incoronato gli NRG campioni del mondo. Due squadre in più per Nord America ed Europa, con una classifica di dieci team pronti a darsi battaglia nel campionato più lungo di sempre nella storia della massima competizione. Fra record di spettatori (un picco di 140.000 durante la prima serata) e giocate da capogiro, la nona stagione della Rocket League Championship Series promette di essere più esaltante che mai.

EUROPA

Team Singularity 1–3 Team Reciprocity

La prima giornata europea comincia con lo stesso copione già visto nella schedule nordamericana: un team appena promosso contro uno dei migliori nella regione. Ad eccezione dei Soniqs, i Singularity sono rappresentati da un roster che non ha mai avuto esperienze nella prima categoria e vi si affaccia per la prima volta. I tre si difendono comunque bene, dimostrando di poter tenere testa anche ad una delle squadre più longeve e meglio organizzate in Europa. I campioni regionali della scorsa stagione non si fanno trovare impreparati e sulle ali di un Ferra scatenato giocano bene le loro carte agguantando il primo successo del nuovo anno.

Renault Vitality 3-1 Team Endpoint

I protagonisti di due tra le più belle partite che il pubblico di Rocket League abbia mai visto tornano in pista con una nuova arma nel proprio arsenale. Dopo aver lottato con le unghie e con i denti contro i Dignitas e gli NRG (rispettivamente semifinale e finale degli scorsi mondiali), i Vitality aprono una nuova stagione con un roster interamente francese dopo l’arrivo del giovane fenomeno Alpha54. Fuori dagli schemi e dalle difficoltà di rotazione dei TSM, l’esplosivo talento d’oltralpe sembra a suo agio e sprigiona non solo i fantasiosi colpi a cui ci ha abituati con altre maglie, ma anche passaggi e aperture per i suoi due nuovi compagni.

Attenzione però agli Endpoint in questa season: nonostante una prestazione non priva di errori, i tre rookies sembrano avere un talento naturale per le demolizioni. Il loro playstyle deciso ed aggressivo potrebbe essere la chiave per sbloccare anche le difese più impenetrabili, e in questo momento si trovano al primo posto per numero di demo in una singola serie. 

FC Barcelona 3–2 Veloce Esports

I Blaugrana tornano sul terreno di gioco determinati e pronti ad affrontare la nuova stagione stagione. Dopo aver conquistato di misura i primi due game della serie, lo spettro dell’ennesimo reverse sweep in RLCS comincia ad avanzare quando i Veloce, guidati da un FlamE particolarmente in forma, strappano il terzo ed il quarto game portando così il match alla sua massima durata.

Il Barcelona non ci sta e raccoglie le ultime forze per agguantare una sudatissima prima vittoria stagionale. Dopo un’annata miracolosa per i Veloce, questa è una battuta d’arresto che impatta sulla mentalità dei tre, ma con una manciata di correzioni la parte alta della classifica è a portata di mano. 

TSM 2-3 Dignitas

Nello stesso periodo in cui iniziavo a seguire la scena competitiva di Rocket League, giocava un roster che mi è entrato nel cuore per il modo di giocare e il rapporto unico che legava il trio in questione. I Method, sul finire del 2017, erano senza dubbio una delle squadre più temute al mondo: Al0t, Mognus e Metsanauris viaggiavano sulla stessa lunghezza d’onda, portando sul campo un gioco difficilmente replicabile. Due dei tre componenti di quello storico roster si riuniscono oggi sotto il vessillo bianconero dei TSM per provare la scalata al titolo con un approccio leggermente diverso. La prima sfida però è tutt'altro che semplice. I Dignitas vengono da una performance stellare in quel di Madrid e il lavoro fatto in previsione delle finali mondiali porta i suoi frutti a distanza di due mesi. I tre giocatori in giallonero si trovano a memoria, eludendo la difesa avversaria con una serie di passaggi e giocate solitarie che disorientano anche un duo consolidato come Mognus-Metsa.

AS Monaco 1-3 Mousesports

Il terzo ed ultimo team neopromosso apre la sua stagione contro i Mousesports, i quali hanno mancato la qualificazione al mondiale per un soffio durante la scorsa edizione. Dopo l’addio di Al0t, il campione mondiale Scrub Killa entra a far parte del team e si unisce a Kuxir vestendo la sua stessa maglia. I due hanno parecchia storia insieme e un rapporto di amicizia che continua fin dai primissimi mesi di esistenza di Rocket League, motivo per cui questo roster potrebbe essere una delle sorprese dell’anno. Un po’ sottotono Speed, che ciononostante si rende protagonista di alcune giocate intelligenti in grado di sbloccare situazioni spinose. Nel primo game porta la sua squadra al pareggio tenendo i nervi saldi e restando a terra mentre Eyeignite vola nella sua direzione, evitando di essere demolito, parando la palla e lanciando i suoi due compagni in rete.

Performance tutto sommato positiva del Monaco, anche se macchiata da alcune indecisioni cruciali. Il nuovo arrivato Extra mostra sicurezza nelle meccaniche e potrebbe rivelarsi una spina nel fianco per molte squadre. Il nostro connazionale Kuxir invece esce dal match come MVP e regala alla sua formazione la prima vittoria grazie ad una prestazione maiuscola.

CLASSIFICA

recap risultati rlcs quinta giornata 1 kuxir mousesports EU

@Liquipedia

RCLS rocketleague Kuxir

Caricamento...