Tuttosport.com

Gp Russia: La Ferrari sciupa, trionfa Hamilton. Terzo Leclerc, Vettel ko
© Getty Images
0

Gp Russia: La Ferrari sciupa, trionfa Hamilton. Terzo Leclerc, Vettel ko

Il pilota inglese sfrutta il regime di virtual safety car innescato dal ritiro di Seb e trionfa ancora a Sochi

domenica 29 settembre 2019

SOCHI - Finale agrodolce per la Ferrari nel Gran Premio di Russia. Dopo le grandi qualifiche poteva essere doppietta delle Rosse, invece è stato un trionfo delle due Mercedes: Hamilton primo davanti a Bottas. La scuderia di Maranello velocissima, torna a casa solo con il terzo posto del monegasco. Sfortunatissimo il Gp di Sebastian Vettel, scattato dalla terza posizione in griglia e in testa per oltre venti giri davanti al suo compagno di squadra. Vettel è stato però costretto al ritiro non appena rientrato dai box. E, ironia del destino, è stato proprio il suo ko a servire su un piatto d'argento il successo a Hamilton, bravo a sfruttare il regime di safety car virtuale per uscire dai box con un congruo vantaggio da gestire su Leclerc. Per il driver di Stevenage è la quarta vittoria a Sochi, la sesta di fila per la Mercedes su questo circuito. Quarto posto per Max Verstappen della Red Bull, quinto per il suo compagno di squadra Alexander Albon, sesto Sainz, settimo Sergio Perez. Poi Magnussen, Norris e Hulkenberg.

Pronti via

Vettel scatta fortissimo, prende la scia di Leclerc e lo infila alla prima curva, Hamilton è terzo e rischia di essere sorpassato da un aggressivo Carlos Sainz. Posizioni bloccate fino al quarto giro, perché entra subito la safety car a causa dell'incidente che coinvolge Raikkonen, Grosjean e Ricciardo, che manda ko il francese.

Strategie rosse

Dal box Ferrari cominciano a chiedere a Vettel di scambiare la posizione con Leclerc, ma il tedesco non gradisce e comincia a macinare giri veloci. E con Hamilton in agguato, dal box decidono di rimandare l'appuntamento, nonostante qualche lamentela via radio di Leclerc.
Il distacco tra Vettel e Leclerc aumenta giro dopo giro: il tedesco martella e prova a staccare il suo compagno di squadra il più possibile per evitare l'undercut e rendere impossibile lo scambio di posizione. Al 20° giro il distacco tra i due è di oltre 4 secondi.
Charles Leclerc è il primo dei due ferraristi a rientrare ai box, al 23° giro, per sostituire le gomme soft con le medie. Nei giri successivi Vettel, vicino al rientro, spinge al massimo per provare a uscire dai box ancora davanti al compagno di squadra. Entra ai box al 27° passaggio ma torna in pista dietro al suo compagno di squadra di pochissimo, ma la sua gara finisce subito dopo, perché il motore lo abbandona ed è costretto ad accostare, innescando la virtual safety car.

La fuga di Hamilton

Hamilton, al comando dopo i pit stop della Ferrari, cerca di approfittare per rientrare ai box e incrementare il vantaggio. E in effetti è così: il pilota inglese si trova al comando con otto secondi di vantaggio. A scombussolare i suoi piani l'ingresso in pista della safety car reale, per l'incidente di Russell, che accorcia le distanze. Leclerc, quindi, entra ai box per rimontare le soft e provare ad attaccare meglio. Al 33° riparte la gara senza safety car e Charles Leclerc, terzo dietro le Mercedes, va subito all'attacco: il monegasco ha 20 giri a disposizione per tentare una storica rimonta, ma Bottas è bravissimo a fare da tappo. Nonstante i ripetuti tentativi, Leclerc deve arrendersi all'evidenza, passando al terzo posto sotto la bandiera a scacchi.

F1 Russia ferrari

Caricamento...

La Prima Pagina