Tuttosport.com

Formula1, Verstappen: "Non mi interessa la situazione Ferrari"

0

Il pilota della Red Bull ha confermato di lasciare la questione legata alla querelle sulla power unit scuderia di Maranello ai membri del suo team 

Formula1, Verstappen:
© AG ALDO LIVERANI SAS-ONLY ITALY
mercoledì 18 marzo 2020

ROMA – Max Verstappen al solito non si vuole allineare alla massa. Il fuoriclasse della Red Bull ha tenuto a precisare di "non essere molto interessato" al dibattito sull'uso del motore della Ferrari nel corso della passata stagione di Formula 1.

Tutto in mano ai team

La questione della power unit utilizzata dalla Rossa nella scorsa stagione è diventata argomento di discussione dopo che la Ferrari ha trovato un accordo con la FIA, la quale ha affermato che la scuderia di Maranello ha fornito prove sufficienti per avvalorare la propria tesi.  Verstappen, giovedì scorso durante la conferenza stampa di presentazione del Gran Premio d’Australia, non ha usato tanti giri di parole: “Sinceramente non sono molto interessato alla questione: lascio la gestione di queste cose alla squadra”.  La posizione della FIA ha fatto arrabbiare i rivali del team italiano con le sette scuderie non motorizzate Ferrari che hanno rilasciato una dichiarazione congiunta chiedendo spiegazioni in merito.

Attenersi alle direttive

Verstappen, come riporta il sito specializzato Crash.net, ha anche espresso la sua opinione sull’emergenza Coronavirus che ha portato all'annullamento del Gran Premio d'Australia e il rinvio delle successive gare in Bahrain, Cina e Vietnam.
"Ovviamente non è bello ciò che sta accadendo in questo momento", ha affermato il pilota olandese. “Bisogna cercare solo di seguire le linee guida. Non sono un medico, quindi non so davvero come gestire questa situazione: quindi mi limito a fare quello che mi dicono le persone e ritengo sia l’atteggiamento migliore da parte di tutti in questo momento. Personalmente cerco solo di non pensarci troppo. Certo, spero che tutto passi in fretta ma dipenderà da cosa decideranno i governi. Non ci resta che aspettare” ha concluso Verstappen.

formula1 verstappen Red Bull

Caricamento...

La Prima Pagina