Kimi Raikkonen sulla F1: "Il parere di noi piloti non interessa"

Le dichiarazioni dell'ex pilota dell'Alfa Romeo: "In 20 anni certi aspetti sono cambiati".
Kimi Raikkonen sulla F1: "Il parere di noi piloti non interessa"© Getty Images

ROMA - Kimi Raikkonen torna a parlare dopo l'addio alla Formula 1 di qualche settimana fa. Ritiratosi alla fine della scorsa stagione, il finlandese si è soffermato sul trattamento riservato ai protagonisti del paddock: "Noi piloti siamo come i meccanici, dei semplici impiegati. Alla F1 non interessa la nostra opinione, se ci piacciono o meno le decisioni che vengono prese o i regolamenti adottati. Ci sono dei regolamenti e vanno rispettati, piaccia o non piaccia”, ha affermato l'ex Alfa Romeo. 

I cambiamenti nel paddock

“Siamo sempre venti piloti in venti macchine che devono girare in cerchio il più velocemente possibile - prosegue Raikkonen in un'intervista a Sport Bild -. Ora le vetture sono molto più affidabili, quello sì, quando ho iniziato era come scommettere in un Casinò. Non sapevi mai cosa sarebbe potuto succedere la domenica, o in che condizioni ti saresti trovato a guidare. Nella fase finale della mia carriera si sono aggiunte un po’ di gare in nuovi Paesi, ma alla fine il fulcro della categoria resta sempre lo stesso, ovvero guidare in cerchio il più velocemente possibile. In 20 anni certi aspetti sono cambiati, sono arrivati ad esempio i social media, ma è un aspetto che coinvolge tutto il mondo, non solo la F1". 

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...