F1, Wolff: "Odio Drive to Survive, crea scene mai accadute"

Il numero uno della Mercedes critica la serie: "Abbiamo permesso alle telecamere di andare troppo oltre"
F1, Wolff: "Odio Drive to Survive, crea scene mai accadute"© /Ag. Aldo Liverani Sas

ROMA - "Drive to Survive", docu-serie sulla Formula 1 raccoglie già le prime critiche. Il prossimo 11 marzo uscirà la quarta stagione e Toto Wolff, team principal della Mercedes, dalle colonne di "indipendent.ie", ha detto: "Ho guardato i primi due episodi e già lo odio. Siamo come concorrenti e questo è aumentato gradualmente. Agli occhi di un pubblico giovane diventi così famoso in tutto il mondo. La Formula 1, nonostante sia globale, non ha mai avuto successo negli USA, poi è arrivata Liberty Media (casa di produzione, ndr), è arrivato Netflix e c'è stato uno slancio. Ma è spaventoso vedere quanto gli abbiamo permesso di entrare nelle nostre cose".

Hamilton e Russell svelano la nuova Mercedes W13
Guarda la gallery
Hamilton e Russell svelano la nuova Mercedes W13

Le parole di Wolff

"Il montaggio - continua infatti Wolff - è stato fatto in modo da creare scene mai accadute nella realtà: è una nuova dimensione". Naturalmente, però, tutto questo ha fatto appassionare alle gare una fascia di popolazione molto giovane, prima esclusa a priori: "Ecclestone - continua Wolff - diceva che non gli interessavano i giovani perché non potevano comprare i Rolex, gli orologi del nostro sponsor. Ora tutto è cambiato con i social". Infine, il manager austriaco commenta la decisione della FIA di interrompere i rapporti commerciali con il comitato organizzatore del Gran Premio di Russia: "Mi dispiace per i russi che hanno alcun interesse geopolitico. Ma se è vero che la Formula 1 pensa anche al profitto, è anche vero che c'è un limite a tutto".

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...