F1: il record di Hamilton è a rischio, ma Wolff risponde così

Il britannico punta al primo e unico successo in stagione ad Abu Dhabi, ma in Mercedes non è la priorità

ROMA"Penso che Lewis non abbia bisogno di alcuna priorità e non è quello che vorrebbe mai, questo record di vittorie in ogni singola stagione non è una priorità per lui, lo è più il riportare la macchina ai suoi livelli, in corsa per le vittorie e si spera per il campionato del prossimo anno". Toto Wolff ha parlato così del record di Lewis Hamilton dopo il Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento stagionale della Formula 1. Il britannico della Mercedes, secondo a Interlagos, è ancora a caccia della prima vittoria del 2022, e ad Abu Dhabi avrà l'ultima possibilità per non rendere quello in corso l'unico Mondiale senza successi, interrompendo una striscia da record che dura dal 2007, anno del suo esordio nel Circus. 

Dalla Ferrari all'Alfa Romeo: Roberto Carlos non resiste al GP del Brasile
Guarda la gallery
Dalla Ferrari all'Alfa Romeo: Roberto Carlos non resiste al GP del Brasile

Nessun aiuto da Russell

Il team principal di Mercedes, però, esclude aiuti da parte del compagno George Russell: "Come squadra, ci siamo sempre battuti per corse libere - ha aggiunto Wolff -. Non abbiamo mai fatto diversamente a meno che un pilota non fosse aritmeticamente più in lizza dell'altro per un campionato. Ne avevamo parlato prima della gara, non vedevamo l'ora che potessero duellare alla pari con la stessa mescola di gomma"

Clicca qui per non perderti tutte le news ed i pronostici di Formula 1

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...