Tuttosport.com

F1, Elkann: «Essere Ferrari significa contribuire in modo costruttivo»
© Getty Images
0

F1, Elkann: «Essere Ferrari significa contribuire in modo costruttivo»

La risposta del presidente a Montezemolo che lo aveva criticato per la scelta di Binotto

venerdì 12 aprile 2019

MILANO - Botta e risposta a distanza tra il presidente della casa di Maranello, John Elkann, e l'ex presidente di Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, che in una recente intervista. lo aveva criticato per aver scelto Binotto come team principal. «Si è in Ferrari non per guadagno personale, vanagloria o visibilità, ma per quello che si può dare alla società: l'ho vissuto in prima persona da quando sono presidente», ha detto Elkann.

PASSIONE - «Essere Ferrari significa contribuire ogni giorno a qualcosa di più grande, ognuno con il suo ruolo, ognuno in modo costruttivo», ha ribadito. «Si appartiene a questa società non per quello che la Ferrari può dare. Al contrario: farne parte singifica pensare innanzitutto a quello che ciascuno può dare alla Ferrari, lavorando con umiltà, motivazione e passione».

FIDUCIA - «Le prime due gare non sono state pari alle nostre ambizioni, ma rimaniamo fiduciosi di avere quanto serve per essere un forte concorrente per il campionato di Formula 1», ha detto l'amministratore delegato Louis Camilleri, intervenendo in assemblea. «La stagione è lunga, abbiamo un'auto veloce e bilanciata, e ci stiamo focalizzando intensamente sul miglioramento dell'affidabilità. Abbiamo il privilegio di avere due grandi piloti, un grande team principal che non è solo uno straordinario leader ma che ha un'autorevole conoscenza della Ferrari e dei dettagli della tecnologia», ha concluso.

Le news sulla Formula 1

Elkann ferrari Montezemolo

Commenti

La Prima Pagina