Tuttosport.com

F1 Ferrari, Binotto: «Abbiamo le potenzialità per vincere»
© www.imagephotoagency.it
0

F1 Ferrari, Binotto: «Abbiamo le potenzialità per vincere»

Il team principal della Rossa è convinto che la Scuderia possa recuperare punti e prestazioni nei confronti della Mercedes, ma potrebbe servire più tempo di quanto si pensi

giovedì 16 maggio 2019

ROMA - «Penso che prima o poi  riusciremo ad azzerare la distanza dalla Mercedes. Già in questa stagione? Difficile rispondere. Certamente ci separano molti punti al momento. Ma dal punto di vista delle prestazioni c'è ancora possibilità. Se credo che la macchina abbia il potenziale per vincere? Sì». Parole di Mattia Binotto, team principal della Ferrari, che in un'intervista alla Bbc traccia un primo bilancio della stagione e parla di obiettivi e strategie della scuderia. «Barcellona ci renderà più forti in futuro. Se in questo avvio di stagione abbiamo fatto un passo indietro rispetto a 2017 e 2018? Se guardiamo alla stagione generale finora, alle classifiche generali o ai risultati, è così. Ma - ha sottolineato - ci sono state gare in cui siamo stati molto forti, come in Bahrain o a Baku, e avremmo potuto ottenere un risultato diverso. Nel complesso, sì, non siamo dove vorremmo essere. Siamo sotto le nostre aspettative. Ma non significa che la squadra non possa progredire e essere competitiva in futuro».

MENTALITA' VINCENTE Per creare un grande gruppo con mentalità vincente e arrivare al trionfo, secondo Binotto serve «per prima cosa stabilità, ma anche serenità, ed è solo creando una fiducia interiore e reciproca che li puoi raggiungere. Si tratta davvero di cercare di costruire lo spirito giusto nella squadra, con gli obiettivi giusti, che devono essere ambiziosi: non stiamo solo provando a partecipare». Il discorso si è poi soffermato sui piloti della Rossa, Sebastian Vettel e Charles Leclerc. «Per fare il massimo, hanno bisogno di sentirsi a proprio agio all'interno della squadra, con la macchina», ha continuato Binotto. «Le scelte per favorire Vettel? Sono basate sul fatto che sono abbastanza convinto che la squadra venga prima di tutto. Il nostro primo obiettivo - ha aggiunto - è massimizzare i punti di squadra. E per farlo, sapendo di avere due piloti fantastici ma con due diversi livelli di esperienza, penso che quello che abbiamo fatto sia stato giusto. Se ci sono delle decisioni che devono essere prese in alcune circostanze, dovrebbero essere in favore del pilota più esperto».

FELICI CON LECLERC Binotto ha poi ammesso che si "possono commettere errori" nell'operare questa politica, ma ha aggiunto di essere «abbastanza convinto che entro la fine della stagione» la squadra ne trarrà beneficio «perché Seb è un pilota fantastico, è stato quattro volte campione del mondo. Credo che se è a suo agio ed è sereno, può dare buoni risultati». Parlando di Leclerc infine spiega: «è un pilota molto veloce ma soprattutto è un pilota molto maturo, è un gran lavoratore, sta davvero lavorando molto bene con gli ingegneri. Ha tanta voglia di fare bene e questo è qualcosa di cui siamo molto felici. Cosa succederà se si dimostrerà veloce di Vettel? Se arriverà un momento in cui Charles sarà costantemente più veloce non ci saranno discussioni, perché sarà semplicemente davanti».

F1 ferrari Binotto

Commenti

La Prima Pagina