Tuttosport.com

Montezemolo:
© AFPS
0

Montezemolo: "Bravo Hamilton, ma ora deve vincere la Ferrari"

L'ex Presidente della Rossa commenta il sesto titolo vinto dal pilota inglese: ”È un grandissimo, ma spero che sia il suo ultimo titolo e il mondiale ritorni a Maranello"

martedì 5 novembre 2019

ROMA - L'ex Presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo ha tracciato un bilancio del mondiale di F1 2019, che ha ancora due gare da disputare, ma ha già assegnato entrambi i titoli in ballo: Hamilton campione tra i piloti, Mercedes prima tra i costruttori. La disamina di Montezemolo, intervenuto a 'La politica nel pallone', comincia proprio dalla Rossa: "Ferrari? Da diversi anni, malgrado si ritenesse che potesse farlo, non vince e a 3-4 gare dalla fine è fuori dalla corsa al titolo mondiale. Vederla lottare sino all'ultima gara sarebbe la cosa più importante. C'é una squadra che fa dei buoni risultati ma ieri sono rimasto stupito nel vedere una macchina così lenta nei lunghi rettilinei. Ci sono poi anche problemi di affidabilità e capisco possa succedere quando si cerca l'esasperazione: speriamo che l'anno prossimo si vinca e, se proprio non accada, si perda all'ultimo metro con una Ferrari competitiva" ha spiegato. Quanto alla rivalità nata nel box di Maranello tra il veterano Sebastian Vettel e la stella nascente Charles Leclerc, secondo Montezemolo è un fattore che può influire negativamente sull'esito di una stagione: "Io ho sempre puntato su un pilota per la classifica e un altro che porti punti importanti per il Mondiale costruttori, e che ogni tanto li tolga anche agli avversari di chi lotta per la classifica, come Irvine, Barrichello e Massa. Credo che uno dei problemi di quest'anno sia stato con i due piloti, ma in questo week-end Vettel ha perso la pole per dei millesimi e poi purtroppo si è fermato. Leclerc è sicuramente velocissimo ed è andato oltre le aspettative, ha smesso di parlare un po' troppo alla radio ma bisogna farlo crescere gradatamente. È un bel dilemma, con dei pro e dei contro". Infine, per chiudere il discorso sulla Rossa: "Speriamo che questo sesto titolo di Hamilton sia l'ultimo e l'anno prossimo ricominci un ciclo per la Ferrari. Io tornare? Parliamo della luna... A parte la mia famiglia, la Ferrari è stata la cosa più importante della mia vita ma è un discorso finito", ha aggiunto.

Hamilton tra i più grandi

Poi Montezemolo ha fatto i suoi complimenti a Lewis Hamilton, che ormai insegue da vicinissimo il record di titoli detenuto da Michael Schumacher: sei per l'inglese della Mercedes, sette per il tedesco: "Hamilton è un grandissimo, e la sua vittoria credo farà un grande piacere al mio amico Niki Lauda, che da lassu' sarà molto soddisfatto perché é stato lui a fare di tutto per portarlo in Mercedes - sostiene - è velocissimo, sa usare la macchina e le gomme in modo intelligente, un grandissimo nel portare a casa i risultati. Inoltre, parlano da soli i sei titoli mondiali: è un pilota che entra nella leggenda della Formula 1, che l'anno scorso ha vinto anche quando la sua macchina, in certe gare, non era la migliore. Lo mettiamo tra i numeri uno: partendo da Fangio, è ai livelli dei Lauda, Schumacher, Senna, Clark, Stewart. Come persona, avrei voluto averlo con me in squadra", ha aggiunto Montezemolo che del campione britannico ammira "innanzitutto il comportamento sempre sportivo, in gara e fuori, e la straordinaria capacità di regolare la sua gara in funzione dell'esigenza del circuito".

F1 Montezemolo ferrari

Caricamento...

La Prima Pagina