F1, Sainz ricorda Schumacher: "Lo avrei voluto come compagno"

Il pilota spagnolo ha ricordato il pilota tedesco, spiegando quale tratto del suo carattere lo ha colpito di più
F1, Sainz ricorda Schumacher: "Lo avrei voluto come compagno"© Getty Images

ROMA - Sale l'attesa per la nuova stagione di F1, che prenderà il via tra poco meno di due settimane con i primi test. Un'annata che segna una grande svolta nel Circus, viste le ingenti novità introdotte, dalle nuove monoposto al budget cap rivisto. In casa Ferrari c'è grande trepidazione, in quanto già nella passata stagione il lavoro era rivolto tutto alla nuova era, per cui le ambizioni e le aspettative sono molto alte. Il Cavallino potrà contare su due piloti giovani ma di alto livello come Charles Leclerc e Carlos Sainz, seppur abbiano vinto poco: solo il monegasco ha assaggiato il gusto della vittoria, due volte ed entrambe nel 2019. E a proposito di piloti vincenti, Sainz ha spiegato: "Avrei voluto conoscere Michael Schumacher, e averlo come compagno per capire cosa lo rendeva così speciale".

"Bello ascoltare come riuscì a trascinare un intero gruppo"

Nell'intervista rilasciata al Corriere della Sera, il pilota spagnolo ha aggiunto: "Da quando sono qui in Ferrari sento tante storie che lo riguardano. Ogni meccanico parla di lui ed è bello ascoltare come fu in grado di conquistare un intero gruppo, di trascinarlo, circondato da stima e affetto”. Quello che i piloti della Ferrari si augurano è che uno tra Sainz e Leclerc sia il pilota che interrompe il digiuno da successi iridati che a Maranello dura da 15 anni. Una situazione peraltro molto simile a quella che incontrò Schumacher, il quale nel 2000, al suo primo anno in Ferrari, interruppe il digiuno più lungo di titoli piloti nella storia della Scuderia, pari a 21 anni. 

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...