Tuttosport.com

8 Delle Langhe, spettacolo e divertimento
0

8 Delle Langhe, spettacolo e divertimento

Quarta edizione della gara di regolarità per moto storiche, partita da Cherasco. Tappa al mare, poi rientro in Piemonte. E tutti già focalizzati sulla seconda tappa

 Ottavio Daviddi gioved√¨ 29 agosto 2019

TORINO -  E' partita, nell'incantevole cornisce del centro di Cherasco, la quarta edizione dell'8 delle Langhe - Trofeo Dario Sebaste, la prestigiosa rievocazione storica dedicata alle motociclette costruite nel 1980. E' una gara di regolarità, quindi i dettagli fanno la differenza: anche la partenza a spinta vale dei punti. Il via è fissato alle 9:30 del mattino, con i concorrenti pronti a partire a intervalli di trenta secondi. Un rituale che è andato in scena oggi e che si ripeterà fino a domenica prossima, 1 settembre.

VALLE TANARO - La prima tappa aveva come meta il mare e nello specifico lo storico borgo di Verezzi. Lasciata Cherasco, il primo tratto era pianeggiante per permettere ai piloti di riprendere dimestichezza con motociclette che esigono rispetto e cura. Poi il percorso prevedeva di scendere verso Ceva, crocevia tra Langhe ed Alpi Marittime. Dopo aver risalito la Valle Tanaro fino a Bagnasco, i concorrenti imboccavano il primo tratto del passo del Melogno fino a raggiungere Calissano per il controllo timbro. Tempo di un caffè e il gruppo ripartiva in direzione mare percorrendo un tratto di strada verso Bardineto e Toirano. Proprio dal piccolo paese ligure, famoso per le omonime grotte di origine carsica, i concorrenti curva dopo curva inizavano a scorgere il mare.


PASSO BREVE - Da qui al lungomare tra Loano e Pietra Ligure, il passo era breve, proprio come quello per raggiungere la terrazza di Verezzi per la sosta del pranzo, ma sempre con un occhio al cronometro perché il controllo orario deve essere puntuale. Un altro caffè e di nuovo verso il Passo del Melogno e ancora in direzione del lago di Osiglia. Da qui una lunga discesa portava a Millesimo e in seguito di nuovo salita verso Montezemolo, per riscendere a Ceva e risalire a Paroldo, nel cuore dell’Alta Langa, sede del secondo Controllo Orario di giornata. Infine, gli ultimi 42 km per tornare a Cherasco tutti da percorrere sulla famosa Pedaggera, strada per motociclisti veri! E ora l'attenzione è già focalizzata sulla seconda tappa.

Langhe Roero Piemonte Cherasco

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...