Tuttosport.com

MotoGp, Agostini: «In pista ci sono sempre stati colpi»
© LaPresse

MotoGp, Agostini: «In pista ci sono sempre stati colpi»

Il 15 volte campione del mondo ha commentato ancora la vicenda Rossi: «Tutti abbiamo avuto il nostro Marquez»twitta

mercoledì 18 novembre 2015

MILANO - «Tutti abbiamo avuto un nostro Marc Marquez». Giacomo Agostini è nel mito dello sport motociclistico coi suoi 15 titoli mondiali. Di certo non poteva mancare tra gli ospiti d'onore invitati alla giornata inaugurale di Eicma 2015, la rassegna mondiale del settore in programma a Fiera Milano fino al 22 novembre. Presentato tra gli applausi come «quello che vinceva mentre gli altri chiacchieravano», il campione ha poi spiegato di non essere scandalizzato per le note vicende del mondiale di MotoGP quest'anno culminato nel furioso duello a suon di scorrettezza tra Marc Marquez e Valentino Rossi. «Tutti abbiamo avuto un nostro Marquez - ha detto all'ANSA - tutti quelli che corrono, corrono per vincere e il titolo di campione del mondo è solamente uno. Quindi tutti, anche nella mia epoca, facevamo di tutto per vincere. È normale che non ci sia una grande amicizia tra rivali sportivi».

SFIDA A HAILWOOD La mente corre ai duelli di Ago con Mike Hailwood, un campione capace di vincere anche lui 9 titoli mondiali. Era lui il tuo Marquez? «Beh sì abbastanza», risponde Agostini che però mette in chiaro la differenza: «Tra Rossi e Marquez forse è nato qualcosa che un giorno è esploso, ma credo che ormai siano tutti in vacanza. Mi auguro e spero che l'anno prossimo ci sia sempre lotta, agonismo, entusiasmo ma che alla fine si rispettino». Per Agostini insomma «qualche colpetto in pista c'è sempre stato».

Tutte le news sul Motomondiale

Tutte le notizie di Moto Gp

Approfondimenti

Commenti