Tuttosport.com

MotoGP, congelato lo sviluppo dei motori dal 25 marzo

0

Dorna lo impone alle quattro scuderie senza diritto alle concessioni (Honda, Ducati, Yamaha e Suzuki), mentre Aprilia e KTM possono proseguire con i lavori 

MotoGP, congelato lo sviluppo dei motori dal 25 marzo
© Getty Images
domenica 22 marzo 2020

ROMA - Stretta di Dorna alle attività dei team di MotoGP. Carmelo Ezpeleta ha comunicato la decisione da parte del direttore tecnico della MotoGP Danny Aldridge di ordinare il congelamento dello sviluppo dei motori e dell'aerodinamica a partire da mercoledì 25 marzo, in modo da uniformare il lavoro in un periodo senza gare e davvero complicato per via dell'emergenza legata alla pandemia di coronavirus.

MotoGP, congelato lo sviluppo dei motori dal 25 marzo

Le parole di Dall'Igna

I quattro team senza concessioni, vale a dire Honda, Ducati, Yamaha e Suzuki, dovranno consegnare i manichini non funzionanti dei motori e il primo kit aerodinamico. Aprilia e KTM, escluse dal discorso che riguarda il diritto alle concessioni, possono proseguire con i lavori sullo sviluppo delle moto in queste settimane in cui non si potrà gareggiare. Una decisione che lascia soddisfatto Luigi Dall'Igna (Ducati): "In Giappone stavano lavorando, qui in Italia non si può: non ci voleva molto ad arrivarci per evitare di creare una disparità troppo grande. E' una decisione giustissima".

Motogp dorna motori congelamento Coronavirus

Caricamento...