MotoGp, Stoner: "Mi dispiacerebbe vedere Rossi in un team satellite"

L'ex pilota australiano commenta così la probabile decisione di Valentino Rossi di continuare a gareggiare nonostante l'addio alla Yamaha ufficiale a fine anno

© Alessandro Giberti Ph

ROMA - Casey Stoner e Valentino Rossi, una rivalità in pista tra le più belle della storia della MotoGP. L'australiano ha dato l'addio alle corse, mentre il pilota italiano no, e per l'ex Ducati non è stata una scelta particolarmente azzeccata quella del 'Dottore' di continuare a rimandare il momento del ritito: "Credo che se Valentino Rossi avesse lasciato lo sport un po' prima avrebbe lasciato un certo tipo di eredità, mentre ora si sta mostrando molto vulnerabile. E' deludente vedere che qualcuno, uno che chiunque avrebbe voluto vedere nel proprio team pagandolo una fortuna, sia retrocesso in una squadra satellite".

Le parole dell'australiano

L'ex pilota australiano, però, non sembra essere particolarmente entusiasta di questa coda finale della carriera di una leggenda come Rossi, come spiega nel corso di un'intervista a Fox Sports Asia: "Penso che abbia ancora il potenziale per ottenere grandi risultati e forse anche per vincere qualche gara, ma una volta era abbonato al podio e ora è triste vederlo correre in un altro modo".

Commenti