MotoGP, Dall'Igna: "La classifica parla per la Ducati"

Il direttore generale di Borgo Panigale conferma come la Rossa abbia dimostrato di essere la miglior moto dell'anno dopo la conquista del Mondiale Costruttori

MotoGP, Dall'Igna: "La classifica parla per la Ducati"© Getty Images

PORTIMAO - "Vincere un campionato del mondo è fondamentale, soprattutto per un costruttore, perché dimostra la tecnologia che si è riuscita a sviluppare in questi anni. La cosa più importante è sviluppare tecnologie: Ducati in questo è senza dubbio avanti e lavorerò affinché continui ad esserlo anche in futuro". Il direttore generale Ducati CorseGigi Dall'Igna non nasconde la propria soddisfazione dopo che la Rossa di Borgo Panigale ha centrato il Mondiale costruttori in MotoGP.

Stagione complessa

Il capo della Rossa a due ruote, però, non si vuole fermare e sogna naturalmente di bissare quel titolo piloti vinto nel 2007 con Casey Stoner: “Ducati miglior moto del 2020? La classifica parla da sola” le parole di Dall’Igna a Sky Sport. “Dal mio punto di vista ho chiari i punti sui quali lavorare per cercare di essere ancora più competitivi per cercare di portare a Borgo Panigale anche l'altro mondiale”.

La stagione appena conclusa è stata quantomeno particolare e complessa: “La cosa più complicata è stata quella di non riuscire a fare tanti test quindi, soprattutto con una novità importante come la gomma posteriore, non riuscire a trovare il giusto compromesso anche per i piloti per sfruttarla bene. Sicuramente andrà fatto un ragionamento su questo: noi come moto siamo andati male solo ad Aragon, per le gomme che hanno lavorato male, e alla prima Valencia. Dovremo riuscire a trovare un setup buono anche in condizioni difficili con temperature fredde” ha concluso Dall’Igna.

Commenti