MotoGp, Rivola: "Aprilia sceglie la continuità"

Il Ceo della casa di Noale conferma Espargarò, Savadori e Smith: lo spagnolo sarà prima guida, l'italiano e l'inglese si contenderanno il posto al suo fianco

MotoGp, Rivola: "Aprilia sceglie la continuità"© Getty Images

NOALE - "Non è un segreto, abbiamo offerto una opportunità a tre giovani piloti perché ritenevamo che il nostro progetto potesse essere molto interessante per dei giovani talenti, ma non si sono sentiti ancora pronti al grande salto”. Il Ceo di Aprilia Racing Massimo Rivola ha spiegato come la casa italiana, dopo aver incassato il no dalle giovani leve, preferisca continuare, in MotoGP, con piloti conosciuti.

Una moto per due

La squalifica di Andrea Iannone ha cambiato totalmente i piani del team italiano che ha cercato di mettere giovani leve in campo ma trovando alcuni ostacoli davanti: “I team per i quali i ragazzi contatti si sono impegnati per la stagione 2021 hanno preferito trattenerli” le parole del numero uno dell’Aprilia. “Ne prendiamo correttamente atto rispettando la loro decisione. Preferiamo continuare coi nostri piloti piuttosto che scegliere soluzioni ancora aperte ma che non ci convincono pienamente”.

La casa italiana così proseguirà nel segno della continuità: “La moto, nonostante le difficoltà di questa stagione, si è migliorata tantissimo e ha ridotto significativamente i distacchi sia in gara sia in prova. Aleix Espargarò ha chiuso in crescendo e proprio ieri ha girato in gara coi tempi dei migliori. Anche Lorenzo Savadori ha mostrato progressi importanti in solo tre gare e sappiamo di poter contare sulla professionalità e l'esperienza di Bradley Smith. Aleix sarà ovviamente la nostra punta, la seconda guida, e quindi il ruolo di tester, saranno decisi al termine del programma di test invernali” ha concluso Rivola.

Commenti