MotoGp, Ciabatti: "Speriamo di diventare come la Ferrari in Formula 1"

Il direttore sportivo della Ducati parla anche dell'erede di Valentino Rossi

MotoGp, Ciabatti: "Speriamo di diventare come la Ferrari in Formula 1"© Ciamillo

ROMA - La Ducati cavalca l'onda dell'entusiasmo dopo il doppio successo di Francesco Bagnaia tra Aragon e Misano. La casa di Borgo Panigale punta ad alzare l'asticella anche e soprattutto in vista del futuro. Innegabile la gioia del direttore sportivo, Paolo Ciabatti: “Siamo un costruttore abbastanza piccolo che investe molto in tecnologia e questi risultati sono molto importanti - ammette -, a Misano c’erano molti tifosi sugli spalti vestiti di giallo perché era la penultima gara che Rossi correva in Italia, ma speriamo che il prossimo anno quel giallo si trasformi in rosso perché Pecco è un pilota dell’accademia di Valentino, è un giovane pilota italiano e guida la Ducati, una moto italiana. Speriamo che in futuro Ducati e Bagnaia siano in MotoGp quello che la Ferrari è in F1“.

Ciabatti su Valentino Rossi

In questi giorni è stato proprio Bagnaia a essere designato da qualcuno come l'erede di Valentino Rossi, prossimo al ritiro dalla MotoGp: Il nuovo Rossi non esiste, perché Valentino è campione da più di vent’anni - ammette Ciabatti in un'intervista ai microfoni di 'As' -. La popolarità di questo sport è cresciuta grazie anche a lui. Penso che ci sia un solo Valentino Rossi e non ce ne saranno altri. È un personaggio come Michael Jordan. Ce ne sono tanti che sono bravissimi a basket, ma di Jordan ce n’è solo uno“.

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...