Yamaha, il team manager: "Dovizioso non è un cattivo pilota, ma in MotoGp non c'è tempo"

Wilco Zeelenberg riconosce le difficoltà del 'Dovi' in sella alla Yamaha e pensa già al futuro.

Yamaha, il team manager: "Dovizioso non è un cattivo pilota, ma in MotoGp non c'è tempo"© Alessandro Giberti Ph

ROMA - Ancora a caccia della prima Top 10 in MotoGp in sella alla Yamaha Andrea Dovizioso, le cui difficoltà sono sotto gli occhi di tutti. Una situazione nota alla Yamaha così come al team manager Wilco Zeelenberg, che non ha escluso un addio a fine stagione del pilota forlivese. L'ex pilota olandese, al termine del Gran Premio di Jerez ha spiegato i problemi della Yamaha e in particolare di Andrea Dovizioso, che nel Motomondiale 2022 ha conquistato appena 8 punti ed occupa il 20° posto della classifica generale.

Il commento di Zeelenberg

"Andrea non è un cattivo pilota e può dare ottimi feedback sulla moto. Guardando la lista dei tempi, però, ogni decimo di secondo può valere svariate posizioni. Questa situazione sta divorando 'Dovi - ha spiegato Zeelenberg - Per otto anni ha guidato una Ducati, ma la Yamaha è una moto diversa che richiede un diverso stile di guida perciò deve disimparare tutto quello che ha imparato. Siamo consapevoli che ciò richiede tempo, ma la MotoGp al giorno d'oggi è estremamente competitiva". A riportare queste parole è super7moto.com

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...