MotoGp, Rins: "Peccato che il progetto Suzuki finisca qui"

Per lo spagnolo si apre ora la ricerca di una scuderia: "I team factory e quelli satellite non sono più così lontani"
MotoGp, Rins: "Peccato che il progetto Suzuki finisca qui"© ANSA

ROMA - "Per il 2023 in MotoGp ci sarò". Così Alex Rins, pilota della Suzuki, in un'intervista concessa al quotidiano "AS". La casa di Hamamatsu, che non ci sarà in griglia per la stagione 2023, ha lasciato a piedi sia lo spagnolo, che il suo compagno di squadra, Joan Mir. "È un vero peccato che finisca il progetto Suzuki, ma ritengo che - aggiunge Rins - dobbiamo massimizzare quel poco che ci è rimasto e dare il massimo. I ragazzi che lavorano qui se lo meritano. Penso che si sarebbe potuto fare meglio sotto alcuni punti di vista".

Sull'ipotesi team satellite

Da quando la casa di Hamamatsu ha comunicato il suo addio al paddock, Rins si è infatti ritrovato improvvisamente a doversi guardare attorno: "Nessuno del team si aspettava niente del genere fino al momento in cui la notizia ci è stata ufficialmente comunicata. Ora per noi si apre la ricerca di un progetto per il prossimo anno. Confido nel mio manager, nel mio team e nella mia famiglia che mi aiuta a mantenere la giusta motivazione". Il pilota è stato accostato alla futura Aprilia RNF, che sarà il team satellite della casa di Noale. Soluzione che a Rins non dispiacerebbe: "Il gap tra moto ufficiali e non si è ridotto, non è più come prima. Continuare a correre in classe regina resta il mio sogno".

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...