Superbike: Ducati in Australia per completare il capolavoro, in palio c'è il titolo costruttori

A Phillip Island la casa di Borgo Panigale potrà rendere ancora più memorabile il 2022

ROMA - Nonostante il 2022 in casa Ducati sia già uno dei migliori anni di sempre, gli obiettivi da centrare non sono finiti. La casa di Borgo Panigale, infatti, è al comando della classifica costruttori di Superbike con 49 punti di vantaggio sulla Yamaha quando manca solo la tappa di Phillip Island da disputare in questo weekend. In caso di successo, il titolo dei costruttori si aggiungerebbe a quello dei piloti arrivato in Malesia con Alvaro Bautista e quello di Independent Rider vinto da Axel Bassani, oltre ai trionfi in MotoGP con Pecco Bagnaia, Marco Bezzecchi (rookie of the year) e nelle classifiche costruttori e team del Motomondiale.

Bagnaia da Mattarella: un casco con dedica per il Presidente della Repubblica
Guarda la gallery
Bagnaia da Mattarella: un casco con dedica per il Presidente della Repubblica

Bautista carica la Ducati

Il neo campione Alvaro Bautista ha parlato in vista della tappa in Australia: "Arriviamo all’ultima gara della stagione a Phillip Island, una delle piste più belle, non a caso tra le preferite di molti piloti. Allo stesso tempo, però, è una pista difficile, impegnativa, che non consente la minima distrazione. Arriviamo molto motivati dopo la vittoria del Campionato: la nostra mentalità non cambia. Spero di divertirmi molto e cercare di finire la stagione nel miglior modo possibile".

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...