Moto2, Dalla Porta: "Rossi il mio idolo. Non sono in Moto2 per fare numero"

Il pilota italiano vuole riscattarsi dopo una stagione deludente nella classe di mezzo

Moto2, Dalla Porta: "Rossi il mio idolo. Non sono in Moto2 per fare numero"© AFPS

ROMA - Lorenzo Dalla Porta va a caccia del riscatto dopo un 2020 deludente. Il pilota italiano, che correrà ancora con il team Kalex Italtrans, è reduce da un 27° posto in Moto2, e ha parlato degli obiettivi per il nuovo anno ai microfoni di GPOne a margine della presentazione della sua squadra: "Dal punto di vista dei risultati il 2020 è andato molto male, non mi aspettavo quello che è successo. Dall'altra parte, però, un anno così duro mi ha fatto capire quanta voglia ho di dimostrare. Non voglio essere in Moto2 per fare numero, voglio continuare a essere in questo mondo e voglio farlo bene".

"Marquez merita di vincere"

"Il mio idolo da bambino? Valentino Rossi - ha detto Dalla Porta, classe 1997, parlando degli esempi da seguire nella classe regina -. Ora sono felice se vince un italiano e se vince Valentino ancora di più. A dire il vero, però, negli anni sono stato contento anche delle vittorie di Marquez, è uno che si merita di vincere per il talento che ha e per l'impegno che ci mette".

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...