Monopattini, multa fino a 6.000 per chi guida in stato di ebbrezza

Per contrastare l'utilizzo improprio di questi mezzi, le forze dell'ordine hanno deciso di adottare misure più stringenti

Le notizie negative che riguardano l'uso improprio dei monopattini sono all'ordine del giorno. In questi mesi, specialmente dopo la fine del lockdown, questi nuovi mezzi della micromobilità urbana e sostenibile hanno invaso le città, causando non pochi problemi. Il fenomeno, dunque, va gestito con intelligenza e, all’occasione, con misure rigide. Sebbene l’obiettivo di incentivarli sia nobile e condivisibile, la loro gestione non si è dimostrata all’altezza della situazione: incidenti, atti di vandalismo, parcheggio selvaggio e così via. Finalmente, le forze dell’ordine hanno deciso di adottare misure più severe verso chi utilizza in maniera impropria il monopattino. Un esempio? Chi verrà trovato a guidare in stato di ebbrezza può rischiare la confisca del mezzo.

Monopattini elettrici, pericolo o nuova mobilità? Il confronto

Un passo in avanti, ma piccolo

Se da una parte ci sono coloro che pensano si tratti di una decisione giusta e arrivata forse fin troppo tardi, dall’altra molti utenti della strada non si dichiarano d’accordo in quanto per il monopattino non è prevista patente e quindi nemmeno gli estremi per prendere questo tipo di provvedimenti. E qui scatta la riflessione. Perché si permette la circolazione massiccia di questi mezzi (privati e sharing) ma si continua a lasciarli privi della regolamentazione di cui invece avrebbero bisogno? Dopo innumerevoli incidenti ed episodi negativi, le forze dell’ordine si sono convinte ad agire: l’obiettivo sarebbe quello di garantire l’incolumità dei vari utenti, non solo chi di guida il monopattino ma anche dei pedoni. Per chi guida in stato di ebbrezza, dunque, il massimo della pena risulta multa fino a 6.000 euro e arresto fino a un anno, oltre alla confisca del mezzo. Questi nuovi provvedimenti serviranno a qualcosa o le persone continueranno a sfrecciare irresponsabilmente sul loro monopattino e i poteri alti a fare finta di niente? Non lo sappiamo, ma intanto è stato fatto un piccolo passo in avanti.

Monopattini, a Milano regole più rigide: rimozione per divieto di sosta

Commenti