Mangusta, la due ruote dallo stile Lamborghini disegnata da Al Yasid

Fari a LED a forma di Y, materiali compositi ed elementi tipici del marchio automobilistico fanno di questa Lambo su base Ducati Diavel una vera super sportiva
Mangusta, la due ruote dallo stile Lamborghini disegnata da Al Yasid

La Casa di Sant'Agata, molto prima della Mangusta, aveva già provato a creare una motocicletta. Era il 1986 e la Design 90 fu il primo ed unico esperimento del Marchio per quel che riguarda il settore delle due ruote. Ovviamente, ad oggi, Lamborghini non ha mai parlato di un suo ritorno in questo settore, ma possiamo comunque ingannare l'attesa con questo tentativo del designer Al Yasid.

Design 90, la prima moto Lamborghini

La Lamborghini Design 90 fu un modello di cui si ricordano in pochi. Anche perché furono in pochi a comprarla. Il progetto venne affidato allo studio francese Boxer Design. Era sostanzialmente una Kawasaki 1000 con una carenatura che avesse riflettuto lo stile iper spigoloso delle forme Lamborghini. Uscita nel 1986, inizialmente erano previsti 50 esemplari da realizzare, ma la scarsissima fortuna commerciale fece sì che ne venissero prodotte solamente 6.

Thunderbike RS Lambo, la moto che si ispira alla Huracán

Lamborghini Mangusta, due ruote accativante 

E oggi, a tentare di dare una risposta al quesito Lamborghini-moto, ci ha pensato il designer Al Yasid, e la sua Lamborghini Mangusta. In pratica, una moto sportiva su base Ducati Diavel ma dallo stile Lamborghini. Ovviamente, proprio come le supercar del marchio bolognese, per la moto sono stati utilizzati materiali compositi e leggeri come alluminio e fibra di carbonio.

Mangusta, a moto Lamborghini GLI SCATTI
Guarda la gallery
Mangusta, a moto Lamborghini GLI SCATTI

E poi, i fari, praticamente identici a quelli tradizionali Lamborghini: due sottili strisce a LED a forma di Y. Per la verniciatura, una combinazione Reventon Silver e Aventador Yellow (Reventon e Aventador sono i nomi di due modelli del marchio). Insomma, un ottimo (e sportivissimo) esercizio di stile da parte del designer Al Yasid. E chissà se in futuro vedremo un'altra, vera, moto targata Lamborghini. Nel frattempo, ad essere realtà sono i legami stretti della Casa automobilistica con la "vicina di casa" (Sant'Agata Bolognese e Borgo Panigale distano pochissimi chilometri) Ducati, di cui vi abbiamo già parlato.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...