Motori

Due Ruote

Andreucci scala l'Etna su Peugeot T16 da 280 cv. Video

Il campionissimo di Rally si è messo alla prova sfidando il vulcano attivo più alto d'Europa: "E’ stata una esperienza adrenalinica anche per me". twitta

martedì 10 marzo 2015

Dalle acque cristalline del Mediterraneo alle cime innevate dell'Etna. Ovviamente a tutta velocità. Paolo Andreucci, otto volte Campione Italiano di Rally ne ha "combinata" un'altra delle sue. Dopo lo slalom gigante sullo Zoncolan (Friuli) in coppia con l'inseparabile Anna, Paolo ha portato la sua Peugeot 208 T16 all'altro capo dello Stivale per sfidare i crinali del vulcano attivo più alto d'Europa. La scalata del Mongibello non è stata una passeggiata, ma il talento di Andreucci e i 280 cavalli erogati dal quattro cilindri EP6 CDT hanno consentito al campione di portare a termine anche questa impresa. 

«E’ stata una esperienza adrenalinica anche per me. Mentre salivo verso il cratere – racconta Paolo – mi sembrava di essere su un altro mondo, affascinante e spettrale. A tratti era avvolto da nuvole che mi nascondevano la strada e dovevo guidare quasi alla cieca.. Poi all’improvviso le nubi si aprivano scoprendo su un paesaggio lunare, quasi infernale. E quel fondo stradale così strano … si muoveva sotto le ruote come fosse una cosa viva … che non ti dà mai la sensazione di controllare pienamente la vettura. Un’avventura che di certo ricorderò a lungo».
 

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti