Motori

Due Ruote
Mini vince il Rally del Marocco, Peugeot guarda alla Dakar

Mini vince il Rally del Marocco, Peugeot guarda alla Dakar

OiLibia Marocco 2015: vince la Mini di Al-Attiyah che si aggiudica anche il titolo Cross Country Rally. Bene Toyota, lo squadrone Peugeot è pronto per la Dakar.twitta

sabato 10 ottobre 2015

ROMA - Come da pronostico il "principe del deserto" Al-Attiya e Matheiu Baumel al volante di Mini ALL4 Racing hanno vinto il Rally del Marocco 2015. Si tratta dello stesso team che ha trionfato lo scorso gennaio alla Dakar e che ora si aggiudica con una prova di anticipola Coppa del Mondo Cross-Country Rally. Alle spalle del Principe del Qatar le tre Toyota di Vasilyev-Zhiltsov, Al Rajhi-Gottschalk e De Villiers-Von Zitzewitz. Con la vittoria in Marocco, Al-Attiyah e Baumel possono saltare la prova conclusiva della Coppa del Mondo Cross-Country Rally, già nelle loro mani, e concentrarsi sulla sfida contro Esapekka Lappi che vale il titolo iridato del WRC2, in programma negli stessi giorni in Spagna durante il Mondiale Rally. 

Passiamo al dream team Peugeot  che per quanto riguarda la competitività ha lanciato un segnale molto forte:  portata in vetta nelle prime tre tappe da un Carlos Sainz in grande forma, la 2008 DKR16 sembrava poter controllare agilmente la competizione, ma un problema verificatosi nella quarta tappa ha messo fuori gioco Peugeot e Sainz.

Ora la "leonessa" di Sainz è tornata a Erfoud per iniziare la nuova serie di test che preludono alla definizione della Peugeot che affronterà la Dakar Argentina-Bolivia 2016. L’ultimo giorno di gara ha “preso in castagna” l’equipaggio formato dal 9 volte campione del mondo di rally Sébastien Loeb e Daniel Elena, protagonisti nelle prime battute ma poi penalizzati da un doppio cappottamento. In corsa con la 2008 DKR originale, e vincitrice del Silk Road Rally, Loeb ed Elena sono stati protagonisti di una “svista” nell'ultima tappa. L’equipaggio ha commesso un errore di navigazione, e si è infilato nel giardino di un’abitazione, troppo piccolo per consentire alla "belva" di far manovra in fretta. Una volta usciti hanno deciso di prenderla con filosofia e di concentrarsi su alcuni esercizi di Rally Raid in vista del debutto alla prossima Dakar.

Loeb, attualmente impegnato anche nel Mondiale Turismo WTCC, ha dichiarato: "Ci sono ancora molte cose che dobbiamo imparare e capire. Ma quello che sappiamo oggi è che quando le piste sono guidate e difficili la Macchina va bene, e la DKR16 è ancora più forte. Questo è evidente. Anche sulla “coabitazione” con Daniel sappiamo che ci sono ancora molte cose sulle quali c’è da lavorare e da ottimizzare. È importante che impariamo a prendere insieme le buone decisioni quando si presentano situazioni complicate. C’è insomma una bella serie di punti sui quali sappiamo che dobbiamo lavorare, e devo abituarmi a guidare a vista. Il ruolo del navigatore, e Elena lo sta imparando in fretta insieme a me, si fonde con quello del Pilota. È una bella esperienza.”

 


Rally del Marocco 2015 - Classifica Generale:
1 AL ATTIYAH Nasser in 14:18:18
2 VASILYEV Vladimir at 00:16:45
3 AL RAJHI Yazeed at 00:17:14
4 DE VILLIERS Giniel at 00:19:22
5 HIRVONEN Mikko at 00:31:11
6 POULTER Leeroy norma at 00:31:22
7 HUNT Harry at 01:00:14
8 MALYSZ Adam at 01:06:22
9 TEN BRINKE Bernhard at 01:19:20
10 VAN LOON Erik at 02:35:01

Tags: miniPeugeot

Tutte le notizie di Gare

Approfondimenti

Commenti