Motori

Due Ruote

Nissan GT Academy: le finali a Roma per vincere il sogno

Il 5 luglio le finali italiane del trofeo che porterà 6 aspiranti piloti al Race Camp di Silverstone e ad entrare nel team Nissan Nismo. Dalla Playstation alla pista per vivere il sogno di diventare un vero pilota. twitta

venerdì 4 luglio 2014

Da Silverstone a Vallelunga. Ognuno ha il proprio Gran Premio. Nel tempio inglese della Formula 1 domenica si corre quello di monoposto e piloti milionari; domani al Pietro Taruffi, a poche decine di chilometri dalla Capitale, andrà in scena il futuro,ci auguriamo molto prossimo, delle corse. E nell’epoca del virtuale che tutto domina, compresi i simulatori in voga nelle nemmeno tanto segrete stanze dei grandissimi come Alonso&c., saranno proprio i simulatori per eccellenza, le PlayStation, a “trascinare” in pista i talenti del volante 2.0.

Per aiutare il mercato, portare linfa fresca - leggi piloti talentuosi - ad un movimento dove da qualche tempo comanda esclusivamente la legge dei soldi, unica strada per arrivare in F.1, ecco la la GT Academy di Nissan. Un’autentica scuola per giovani piloti alimentata dalla passione della velocità costruita “in vitro” cioé davanti allo schermo e ai circuiti fedelissimi alla realtà ricostruiti alla PlayStation.

MONDIALE. Di fatto il circuito innescato dalla sinergia tra Nissan - con il suo marchio sportivo Nismo - e Sony con PlayStation è un Mondiale in piena regola. Che nel 2014 ha coinvolto un totale di 300.000 partecipanti in rappresentanza di 18 Paesi europei. Solo in Italia sono stati più di 40.000 a darsi battaglia a forza di joystick e pollici “violentati”. E domani sul circuito romano di Vallelunga i 28 superstiti di questa durissima selezione si giocheranno la finale nazionale cimentandosi in una sorta di pesante triathlon dell’aspirante pilota. Prove di guida virtuali, prove fisiche e prove di guida su pista selezioneranno i migliori sei che andranno alla finale che conta, guarda un po’, al Race Camp di Silverstone, ad affrontare i migliori concorrenti degli altri Paesi in gara e aggiudicarsi insieme alla vittoria il sogno di una vita: l’ingresso nella scuderia Nismo Nissan.

SELEZIONE. Il manifesto della NIssan GT Academy parla chiaro: “from gamer to racer”, da giocatore a pilota. E quando entrano in campo multinazionali del calibro di Nissan e Sony con PlayStation, non si scherza. L’unico metro di giudizio che conta è quello del merito. I 28 che si giocheranno la finale nazionale non sono infatti arrivati qui per caso. Per lasciarne a casa altri quarantamila sono passati attraverso processi davvero molto selettivi. In 14 sono riusciti a ...qualificarsi grazie alla passione per la PlayStation PS3 e per il gioco GranTurismo6 (GT6). Da aprile a giugno hanno sbaragliato il campo della concorrenza tramite gare online. Altri 6 sono passati grazie a due eventi live a Napoli e Torino (400 sfidanti), mentre gli ultimi 8 provengono dal mondo social. Da questa edizione, infatti, la GT Academy di Nissan è approdata anche su Facebook con GT Academy Challenge, un gioco di automobilismo interattivo dedicato agli amanti della social life.

Se è vero che le vie del Signore sono infinite, chissà che un videogame e collaborazioni tra aziende lungimiranti, non possano davvero regalarci un altro pilota italiano di qualità che manca in Formula 1 da quando si è rititato Jarno Trulli.   

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti