Motori

Due Ruote
Monza celebra Agostini e la Formula 1

Monza celebra Agostini e la Formula 1

Presentato all’Autodromo il Museo della Velocità: ci sono Ferrari 2013 di Alonso, la Mercedes iridata di Hamilton e la MV Agusta di “Ago”  twitta

martedì 23 giugno 2015

C’è la Ferrari 2013 di Alonso, la Mercedes campione del mondo lo scorso anno con Lewis Hamilton, addirittura la Maserati 420M/58 in versione speciale Eldorado e la Yamaha di Pirovano. Senza dimenticare la tuta del Cavallino di Schumacher e quella di Ivan Capelli. Un’esposizione trasversale quella del “Museo della Velocità”, inaugurato ieri all’Autodromo di Monza. Ma soprattutto una sfida, come l’ha definita Sticchi Damiani: “Dobbiamo essere uniti per rilanciare l’autodromo – ha spiegato il presidente dell’ACI – questo museo è senza dubbio un punto di partenza fondamentale per il futuro”. Nel futuro di Monza resta però un grande interrogativo, legato all’appuntamento di settembre con la Formula 1. A Imola hanno già avanzato una proposta a Bernie Ecclestone, ma il numero uno dell’Automobile Club d’Italia non ha dubbi : “Per l’ACI il Gran Premio d’Italia è Monza – ha sottolineato – non ci sono altre opzioni. Non posso impedire ad altre persone di confrontarsi con Ecclestone, abbiamo le idee chiare e continueremo nella nostra direzione”.  

 

TRA PASSATO E PRESENTE - In attesa di capire come si concluderà la sfida a distanza tra Imola e Monza, al “Museo della Velocità” c’è tutta la storia delle due e quattro ruote. E quando si parla di storia non poteva mancare Giacomo Agostini, la cui MV Agusta del 1970 è uno dei pezzi forti esposti. Il tracciato brianzolo ha un sapore speciale per il quindici volte campione del mondo. Proprio qua conquisto il primo titolo nelle due ruote: “Quando varchi l’entrata di questo tracciato c’è sempre qualcosa di particolare – ha spiegato Agostini – nonostante siano passati molti anni dal 1966 è impossibile dimenticare le migliaia di persone presenti in tribuna, così come l’invasione sotto il podio al termine della gara”.  

ROSSI VS LORENZO – Agostini sogna un ritorno delle due ruote a Monza. Per il motomondiale è quasi tempo di volare ad Assen, dove il prossimo weekend Valentino sarà chiamato a difendere la propria leadership: “Credo sia una lotta alla pari quella tra Vale e Jorge – ha sottolineato Ago – hanno dimostrato grande correttezza e speriamo continui anche nelle prossime gare”. Su chi scommettere?: “Nessuno  dei due – ha concluso – Rossi ha qualche anno in più, però sta dimostrando di avere ancora un gran potenziale. Jorge può fare invece affidamento sulla concentrazione e le ultime vittorie sono un messaggio chiaro”.

Tags: museovelocitàautodromoMonza

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti