Tuttosport.com

Car Sharing ok, ma gli italiani vogliono l'auto di proprietà
0

Car Sharing ok, ma gli italiani vogliono l'auto di proprietà

Il dato emerge da un'indagine realizzata da Quintegia e presentata all'Automotive Dealer Day di Verona. La mobilità condivisa rappresenta il futuro, ma oggi i consumatori preferiscono possedere la propria macchina

venerdì 17 maggio 2019

Quali sono le caratteristiche di fruizione di beni e servizi automobilistici da parte dei consumatori italiani? La risposta l'ha provata a dare Quintegia, con un'indagine su base annuale presentata durante l'ultimo Automotive Dealer Day di Verona.

Dall’indagine è emerso come, nonostante l’aumento dell’offerta di tipologie di mobilità condivisa, gli italiani preferiscano essere proprietari della propria auto, ritenuta un bene indispensabile per il 46% del campione sottoposto a rilevazione. Una condizione, quest’ultima, che tuttavia non preclude un utilizzo dei servizi di car sharing e noleggio in futuro per il 49% degli intervistati.   

Lo studio di Quintegia rileva anche altre abitudini dei consumatori. Se l’auto di proprietà resta l’opzione maggiormente perseguita dagli italiani, nella scelta tra le modalità di acquisto, prevalgono i finanziamenti (60%) o  altre tipologie come la possibilità di cambiare o tenere il veicolo (45%). Nonostante la crisi del potere di acquisto, il 41% del campione opterebbe ancora per il pagamento dell’automobile in un’unica soluzione.

Dealer Stat, Suzuki premiata come brand più apprezzato dai concessionari

Il noleggio a lungo termine rappresenta un’ulteriore possibilità per coloro che vogliono acquistare un’auto senza ricorrere alle modalità tradizionali. Benché praticabile su larga scala, solo il 10% dei consumatori si dichiara molto informata sul noleggio. Il 18% non è addirittura a conoscenza della possibilità mentre il 38% si posiziona nella fascia dei poco informati ovvero di coloro che hanno  avuto informazioni sul servizio, senza tuttavia conoscerne i dettagli.  

A proposito di noleggio, elevata la percentuale (60%) di coloro che prenderebbero in considerazione l’ipotesi di un acquisto all inclusiveper avere, tramite il pagamento di un canone fisso, un’auto non di proprietà e altri servizi accessori come bollo, assicurazione e manutenzione garantita.

automotive dealer day Car sharing

Commenti