Tuttosport.com

Traforo Gran Sasso: chiusura evitata, circolazione limitata a una corsia
0

Traforo Gran Sasso: chiusura evitata, circolazione limitata a una corsia

Scongiurata la chiusura al traffico delle gallerie del Traforo del Gran Sasso. Un'intesa tra Ministero dei Trasporti e Strada dei Parchi ha disposto modifiche alla circolazione a partire dal 20 maggio

martedì 21 maggio 2019

Sarebbe diventato esecutivo domenica 19 maggio il provvedimento di chiusura, in entrambe le direzioni, del Traforo del Gran Sasso. Grazie a un'intesa tra il Ministero dei Trasporti e l'ente gestore, Strada dei Parchi, la galleria di 10 km sull’Autostrada A24 Roma-L’Aquila-Teramo, snodo di traffico fondamentale per tutta l’Italia centrale., resterà aperta.

La chiusura della Galleria era stata disposta  dal concessionario Strade dei Parchi per l'inchiesta giudiziaria sull'inquinamento delle falde acquifere che coinvolge l'ente gestore insieme all’Istituto di Fisica Nucleare.
La mobilitazione di istituzioni, imprese locali e cittadini ha contribuito ad accelerare le trattative tra il Ministero dei Trasporti e l'ente gestore che hanno evitato una chiusura totale alla circolazione avrebbe provocato gravi ripercussioni su mobilità, turismo ed economia del territorio abruzzese.

Traforo Gran Sasso: cosa sarebbe accaduto con la chiusura del tunnel

Tunnel Gran Sasso: le disposizioni per la circolazione

Ministero e Sdp hanno disposto, a partire da lunedì 20 maggio, la circolazione su una sola corsia per ogni galleria con limite di velocità a 60 km/h, divieto di sorpasso e distanza minima tra i veicoli di 50 metri. Le corsie di sorpasso in entrambe le carreggiate sia verso Roma che Teramo saranno destinate ai mezzi tecnici di soccorso. A riguardo, all’uscita di ogni galleria sono presenti, in presidio fisso 24 ore su 24, due postazioni di squadre antincendio pronte ad intervenire in caso di emergenza.

Traforo Gran Sasso: chiusura evitata, circolazione limitata a una corsia

Le nuove disposizioni sulla circolazione veicolare all’interno del Traforo hanno come obiettivo quello ridurre al minimo gli eventuali rischi di incidenti con conseguenti sversamenti liquidi, tali da provocare ulteriori danni da inquinamento alle falde acquifere del Gran Sasso. Inevitabile un aumento dei tempi di percorrenza che, in condizioni di traffico poco intenso, dovrebbe aggirarsi sui 10 minuti, quattro in più rispetto alle tempisctiche precedenti.

Scongiurata la chiusura del Traforo, sono previsti ulteriori incontri tra Ministero e Strada dei Parchi per l’ulteriore messa in sicurezza delle gallerie del Gran Sasso e dei viadotti della A24.

Autovelox: ecco la nuova sentenza della Cassazione

Traforo Gran Sasso mobilità chiusra tunnel

Commenti