Tuttosport.com

Mitsubishi Pajero, romantico addio alla fuoristrada
0

Mitsubishi Pajero, romantico addio alla fuoristrada

Dopo 37 anni si chiude la produzione della 4x4 giapponese che ha ridefinito i canoni dell'off-road ed è stata protagonista anche nello sport: ecco la breve storia dell'iconica vettura 

mercoledì 14 agosto 2019

La notizia è recentissima: stop alla produzione di Mitsubishi Pajero. Si chiude così una storia di successi durata ben 37 anni. L'antesignana dei SUV cessa di esistere, anche perchè sul futuro o su un'eventuale erede non si hanno novità in merito. I motivi? Intuibili. Troppo ingombrante, la Pajero, in un'epoca in cui le dimensioni si vanno man mano restringendo. Troppo eccessiva e fuoriscala, la 4x4 Mitsubishi, in materia di emissioni nocive, uno degli argomenti più caldi degli ultimi anni nel settore automotive.

Mitsubishi Pajero Final Edition, addio dopo 37 anni

LA PRIMA SERIE

Ci sta anche che ci si faccia prendere facilmente dalla nostalgia, adesso. A pensare a quando tutto cominciò, nel 1981. Salone di Tokyo. Nella capitale nipponica, la presentazione ufficiale, anche se i primi disegni e progetti risalivano al 1973 e '78. Qualche mese, e nel maggio '82 il lancio sul mercato.

Si presenta per quello che è, una macchina per i percorsi più difficili e l'off-road, ma si comporta bene anche sull'asfalto. Telaio naturalmente con longheroni e traverse, trazione posteriore (era inseribile anche quella anteriore) e differenziale autobloccante. Debutta con 6 motorizzazioni diverse, benzina e diesel, tutte 2 e 3 litri. In Italia arriva nel 1983 col 2.3 TD, e in seguito anche il 2.5 turbodiesel.

Gli anni Ottanta portano anche una serie di rinnovamenti, il più importante certamente quello del 1988, quando entra in listino il potente V6 3 litri a benzina.

Auto più strane al mondo: ecco il garage dello sceicco Hamad FOTO

LA SECONDA SERIE

Quest'ultimo propulsore, e il turbodiesel da due litri e mezzo, sono i protagonisti della seconda generazione Pajero, che debutta nel 1991. Per quasi un decennio, Pajero inizia a diventare il fuoristrada più diffuso, supportato anche dalle vittorie nella Parigi-Dakar, cominciate già nel 1985 con il modello L040 e proseguite addirittura fino al 2007.

Grande novità tecnologica della seconda generazione è il Super Select 4WD, che rivoluziona il sistema di trasmissione consentendo al guidatore di scegliere tra trazione posteriore o integrale con ridotte e blocco differenziale.

LA TERZA SERIE

Forme più allungate per la terza serie, inaugurata nel 1999. Pajero, in questa versione, arriva a sfiorare i 5 metri di lunghezza. Tre motorizzazioni, la più venduta è il 3.2 DI-D 16 valvole a iniezione diretta, mentre la trasmissione Super Select si evolve, diventando SS4-II: la miglioria è tutta elettronica, con una maggiore distribuzione di coppia al posteriore. Ne risente la guida, più comfortevole.

Le 10 auto più rubate in Italia: la classifica

LA QUARTA E ULTIMA SERIE

L'ultima generazione Pajero nasce nel 2006 e dura 13 anni, anche attraverso continue modifiche e restyling.  È la serie delle innovazioni tecnologiche: viene rinforzata la scocca, aumentata la potenza dei motori, rinnovati gli interni, resi eleganti con tanto di sistema hi-fi. Insomma, è in questo periodo, dal 2010 in poi, che Pajero inizia ad assumere i contorni di uno Sports Utility Vehicle. O almeno, rimane un fuoristrada che influenza fortemente l'ascesa dei SUV.

Da qualsiasi lato la si voglia interpretare, Mitsubishi Pajero ha tutti i diritti di prenotare un posto nella tavola delle vetture che hanno fatto la storia dell'automobilismo, fuoristrada e non. Solo il tempo dirà se riusciremo a reincontrarla, un giorno.

mitsubishi pajero 4x4 fuoristrada

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...