Tuttosport.com

Nuova Audi A3 Sportback: hi-tech e green

0

La compatta dei Quattro Anelli, arriva alla quarta generazione. La nuova Audi A3 Sportback punta forte sulla digitalizzazione e diventa la prima 4 cilindri di Ingolstadt dotata di sistema mild-hibrid a 48 volt

Nuova Audi A3 Sportback: hi-tech e green
lunedì 29 giugno 2020

La quarta generazione di Audi A3 Sportback rivela un progetto nel segno dell’evoluzione stilistica all’esterno, con profondi stravolgimenti introdotti a bordo.

I punti focali del design sono l’ampissima calandra single frame, i fari full led nella specifica Matrix, con elementi diurni del tipo pixel, 15 segmenti per ciascun proiettore, in grado di realizzare grafiche alto effetto scenico all’apertura dell’auto. Sostanziale, invece, il trattamento riservato alla fiancata, scolpita in modo chiaro sui passaruota, alla base delle portiere c nella nervatura che raccorda fari anteriori e posteirori.

Dimensioni: cresce di poco

Le dimensioni restano nel solco di Audi A3 Sportback per come la conosciamo. 4,34 metri in lunghezza per 1,82 metri in larghezza, un incremento di 3 centimetri al quale si contrappone un passo di 2,64 metri, invariato come il dato in altezza, di 1,43 metri. La capacità del bagagliaio si conferma a 380 litri in configurazione 5 posti, 1.200 litri a sedili abbattuti.

Sul mercato italiano arriverà nel corso della primavera, dal secondo trimestre con tre motorizzazioni, alle quali seguiranno due unità mild-hybrid 48 volt e, progressivamente, l’ampliamento dell’offerta, anche sportiva sotto forma di Audi S3 Sportback.

Motori: arriva l'ibrido

Il turbo benzina 1.5 litri TFSI sviluppa 150 cavalli e dichiara consumi di 5,1 lt/100 km, è abbinabile al cambio manuale 6 marce o S Tronic 7 rapporti; il turbodiesel 2.0 TDI è declinato nei livelli di potenza 116 e 150 cavalli, rispettivamente dai consumi dichiarati in 3,6 e 3,9 lt/100 km.

La compatta ha, inoltre, l'onore di essere la prima 4 cilindiri dei Quattro Anelli ad avere sotto il cofano un propulsore dotato di sitema MHEV a 48 volt. La versione 35 TFSI S tronic, può contare sul 1.5 turbo benzina da 150 cavalli e al sistema ibrido leggero che fornisce altri 12 cavalli e 50 Nm di coppia.

Assetto: 3 modalità di tenuta di strada

Un livello di potenza, i 150 cavalli, che rappresenta lo spartiacque nella diversificazione dello schema sospensivo posteriore. Multilink a 4 leve dai 150 cv in su, ponte torcente al di sotto. Davanti, comune il MacPherson. Assetto di nuova Audi A3 Sportback declinato in tre soluzioni. Standard, con ammortizzatori adattivi, sportivo S Line. Il sistema adattivo opera su ciascun ammortizzatore, adeguando di continuo la rigidità in funzione del programma di guida selezionato attraverso l’Audi drive select ed è accompagnato da una riduzione dell’altezza da terra di 10 mm.

Le sospensioni sportive, alle tarature differenti, abbinano una riduzione dell’altezza di 15 mm.

Abitacolo: trionfo hi-tech

Dalla descrizione dei fondamentali, spazio allo stravolgimento prodotto da Audi all’interno di nuova A3. Le novità sono evidenti, il rinnovamento del design è quello della tecnologia.

L’infotainment adotta un sistema di terza generazione, l’integrazione in plancia sviluppa un posizionamento delle bocchette del clima insolito, rialzato e accanto alla strumentazione digitale, di serie nella misura da 10,25 pollici.

Schermo della multimedialità offerto, standard, da 10,1 pollici. È integrabile con una miriade di servizi connessi, con le funzioni di Audi Connect relative ai punti di interesse (immagini, orari, recensioni), fino alle indicazioni ottenute dal protocollo Car-to-X, grazie al quale si possono avere informazioni sui parcheggi liberi a bordo strada o sull’onda verde (al debutto in alcune città tedesche nel 2020). Nel corso del 2020 arriverà anche l'apertura e avvio dell'auto attraverso la app per smartphone Android.

Il comparto hi-tech è il nocciolo del progetto Audi A3 2020, che offre l’Audi Virtual Cockpit in alternativa optional alla specifica da 10,25 pollici ed è caratterizzato dalle mappe del navigatore replicate nella strumentazione; nella versione plus, presenta un display da 12,3 pollici.

La connettività a bordo passa dall’hotspot wi-fi allo scambio dati su rete LTE. E’ un’auto pensata per essere ritagliata su misura del guidatore, con i 6 profili memorizzabili e sui quali regolare posizione di guida, climatizzatore, destinazioni frequenti, abitudini di ascolto dei diversi media.

Scambio dati funzionale anche alla navigazione connessa, con Google Earth, mappe 3D di numerose città europee e indicazioni predittive con l’utilizzo dei dati in tempo reale sul traffico.

Interni ad alto tasso tecnologico e con un tocco di sostenibilità ambientale nella proposta di rivestimenti dei sedili realizzati da plastica PET riciclata.

ADAS: assistenza di livello 2

Sul versante dei sistemi di assistenza alla guida, gli Adas portano Audi A3 al Livello 2 di automazione. Di serie sono presenti l’Audi pre sense front, con riconoscimento dei pedoni e ciclisti, l’assistente alle manovre di aggiramento di un ostacolo e l’avviso al superamento della corsia.

Le funzioni attive superiori prevedono l’avviso sonoro del rischio di incidente nelle manovre in retromarcia, la frenata d’emergenza nel caso in cui si sia a rischio incidente con traffico trasversale, l’assistente al parcheggio, l’assistente al cambio corsia.

Dal cruise control adattivo, le funzioni di maggior comfort sulle lunghe distanze. Da un lato, con cambio S Tronic, è prevista la modalità stop&go con ripartenza automatica una volta costretti a uno stop completo. Dall’altro, il cruise adattivo gestisce il mantenimento della traiettoria all’interno della corsia e, nella specifica predictive efficiency assist, ricorre alla segnaletica stradale, le informazioni ottenute dal navigatore e dal protocollo Car-to-X per adeguare l’andatura anche in assenza di altre auto su strada.

Audi A3 Berline auto ibrida

Caricamento...