Bertagnolli dopo l'oro: “Non credevo nelle tre medaglie”

Con il primo posto nel gigante esulta Casal: "Abbiamo portato a termine un duro lavoro". La gioia di Pancalli: "Sul tetto del mondo con merito"twitta

mercoledì 14 marzo 2018

PYEONGCHANG - L'oro conquistato nel gigante ha portato a tre il bottino di medaglie di Giacomo Bertagnolli alle Paralimpiadi di Pyeongchang: “Non credevo che sarei riuscito a vincere tre medaglie - spiega l'azzurro - siamo stati bravi a crederci. Avrò un bel medagliere in camera, ci siamo impegnati molto”.

IL COMMENTO DI CASAL - “Sono emozioni incredibili, abbiamo raggiunto il coronamento di un lungo lavoro in questi giorni”. È stato il commento della guida di Bertagnolli, Fabrizio Casal, che può ancora esultare dopo l’argento e il bronzo: “Siamo stati bravi a riscattare la delusione del giorno prima, siamo partiti determinati e i risultati si sono visti”.

“L’ITALIA CHE VINCE” - E la gioia è stata tanta anche per il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, presente a bordo pista: “L’impresa di questi ragazzi è stata straordinaria, sono sul tetto del mondo e ci stanno con il giusto merito. Giacomo e Fabrizio sono il miglior esempio dell’Italia che vince. Siamo orgogliosi di questi risultati, sono il frutto del lavoro fatto da tutta la Fisip partendo da Tiziana Nasi”.

UNA SETTIMANA DA SOGNO – Dopo il bronzo nella discesa libera e l’argento nel superG è arrivato anche l’oro: Bertagnolli e Casal fanno en plein a Pyengchang spingendo verso l’alto il medagliere azzurro. La vittoria nello slalom gigante è stata netta, facendo segnare più di cinque secondi di distacco sullo slovacco Jakub Krako.

Tags: ParalimpiadiOrobertagnollicasal

Tutte le notizie di Olimpiadi Invernali

Approfondimenti

Commenti