Milano e Cortina contro Stoccolma: alle 18 il verdetto sulle Olimpiadi Invernali 2026
© AFPS
0

Milano e Cortina contro Stoccolma: alle 18 il verdetto sulle Olimpiadi Invernali 2026

Il presidente del Consiglio Conte: “Un sogno per il Paese”. Malagò: "Ci prendiamo un impegno. Saranno i Giochi di tutti". Fontana: "Abbiamo fatto bene tutto il nostro lavoro"

lunedì 24 giugno 2019

LOSANNA (Svizzera) - Si annuncia come la votazione con il quorum più basso di sempre, quella che a partire dalle 16,00 allo SwissTech Convention Center di Losanna, porterà all'assegnazione delle Olimpiadi Invernali del 2026. Basteranno 42 voti, infatti, alle due contendenti Milano-Cortina e Stoccolma-Aare, per guadagnarsi il diritto di organizzare i Giochi. Al momento, secondo voci molto vicine agli ambienti Cio, Italia e Svezia sarebbero molto vicine nelle preferenze dei delegati Cio con un piccolissimo vantaggio per il nostro Paese. 

Il Premier Conte: "Sognamo insieme"

Durante la presentazione a Losanna, ha parlato Giuseppe Conte: "'Dreaming together' è il motto della candidatura di Milano e Cortina e, onestamente, non riesco ad immaginarne uno più appropriato. Questo sogno olimpico non è solo il sogno di due città, è il sogno di un intero Paese, il nostro Paese. Non soltanto il Governo, ma anche le Regioni e le Città sono pienamente determinate a sostenere questo progetto con tutte le garanzie necessarie". Il presidente del Consiglio prosegue: "Il nostro Paese vanta una riconosciuta esperienza ed una capacità organizzativa di altissimo livello. Le nostre federazioni hanno organizzato sempre, in modo impeccabile, numerose manifestazioni sportive di rilevanza internazionale nelle più diverse discipline". "La nostra candidatura coinvolgerà non solo le splendide cime dell'arco alpino, ma anche città come Milano e Verona - ha aggiunto il primo ministro -, grazie alla loro capacità di coniugare tradizione e proiezione verso il futuro, cultura e innovazione".

Le dichiarazioni di Giovanni Malagò 

"La nostra candidatura rispetta in pieno l'Agenda-2020, guardando alla legacy per le città che ospitano i Giochi, proponendo tutte le garanzie al Cio per quanto riguarda la sicurezza, l'antidoping e le strutture". Sono le parole di Giovanni Malagò durante la conferenza di Losanna. Il presidente del CONI, nel suo discorso di presentazione della candidatura italiana, ha anche presentato la delegazione con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giancarlo Giorgetti, il segretario generale Carlo Mornati, al presidente del Cip, Luca Pancalli, ai membri Cio Franco Carraro, Ivo Ferriani, a quelli onorari Mario Pescante e Manuela Di Centa, oltre alle olimpioniche Sofia Goggia e Michela Moioli, Armin Zoeggeler. "Oggi ci prendiamo un impegno: Milano-Cortina saranno i Giochi di tutti, dagli atleti, agli spettatori, agli stakeholder. Sviluppando e rafforzando il marchio dei Giochi Olimpici. Vogliamo diffondere positività per le persone che hanno disabilità, per questo vogliamo essere una start-up in questo senso. Per questo abbiamo il sostegno dell'83% degli italiani e l'87% a Milano",

Le dichiarazioni di Attilio Fontana

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, dopo la presentazione tecnica della candidatura di Milano-Cortina davanti ai membri Cio ha dichiarato: "Direi che è andata bene, c'è stata grande precisione nella presentazione del progetto e nelle risposte date ai membri del Cio. Il moderato entusiasmo si sta rafforzando. Abbiamo fatto bene tutto il nostro lavoro bene anche in questa fase, adesso c'è la seconda", ha concluso Fontana.

Le dichiarazioni di Mattarella

"Desidero a nome dell'Italia ribadire a tutti voi e a tutti i delegati presenti a Losanna per questa 134esima Sessione del Cio il sostegno più convinto alla candidatura di Milano-Cortina ad ospitare i Giochi Olimpici Invernali del 2026". Questo il messaggio video inviato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Losanna per la presentazione ufficiale della candidatura italiana per i Giochi Olimpici invernali del 2026, che saranno assegnati nel pomeriggio dal Cio. "Rivolgo un saluto molto cordiale al presidente Bach e ai membri del Comitato Olimpico Internazionale - ha dichiarato Mattarella -. In un teatro alpino di straordinaria bellezza l'Italia, con la sua antica tradizione di ospitalità, è pronta ad accogliervi. Un grande entusiasmo farà sentire a casa propria tutti gli atleti e gli spettatori che interverranno, confermando lo sport come veicolo di amicizia, di pace e di fratellanza tra i popoli. I Giochi saranno un grande evento, coinvolgeranno le genti delle nostre contrade e delle nostre regioni interessate e svilupperanno relazioni ancor più proficue tra i Paesi partecipanti. La passione e l'interesse per il movimento olimpico e per i suoi valori cresceranno e si diffonderanno ulteriormente in Italia e nel globo, con i Giochi Olimpici Invernali di Milano e Cortina 2026", ha concluso il Capo dello Stato nel video proiettato durante la presentazione della candidatura italiana, a Losanna.

Il silenzio stampa di Conte al momento delle votazioni

"Stanno votando, è il momento del silenzio stampa". Così, abbandonando lo SwissTech Convention Center, dove stanno per iniziare le operazioni di voto per la scelta delle città che ospiteranno le Olimpiadi del 2026, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha salutato i giornalisti che stavano aspettandolo fuori dalla sala. Il premier ha poi lasciato il centro congressi dirigendosi verso l'aeroporto di Zurigo.

Commenti