Tuttosport.com

Roma 2024, Atenei romani sostengono candidatura
© LaPresse

Roma 2024, Atenei romani sostengono candidatura

I quattro Atenei romani (La Sapienza, Tor Vergata, Roma Tre e Foro Italico) hanno firmato un documento congiunto «perfetto binomio tra cultura e sport»twitta

martedì 23 giugno 2015

TORINO - I Rettori delle università romane sostengono la candidatura di Roma per le Olimpiadi 2024 esprimendo «la loro piena disponibilità a supportare le attività che sta svolgendo in questa direzione il Comitato Olimpico 2024, presieduto dall'avvocato Luca Cordero di Montezemolo». I quattro Atenei romani (La Sapienza, Tor Vergata, Roma Tre e Foro Italico) hanno firmato un documento congiunto concordando «sul fatto che la scelta di individuare in Roma la prossima sede di un evento così importante consentirebbe di rappresentare compiutamente e con originalità agli occhi del mondo intero il cruciale binomio tra cultura e sport, che renderebbe unica la proposta italiana».

ROMA CORNICE IDEALE - «A oltre un secolo dalla nascita dei primi Giochi olimpici dell'era moderna lanciati da de Coubertin - si legge nel documento a firma di Eugenio Gaudio, Giuseppe Novelli, Mario Panizza e Fabio Pigozzi - arte, storia e tradizione rappresentate dalla Città eterna si fonderebbero in modo armonico con le energie, le iniziative legate all'evento olimpico». Secondo i Rettori «con la sua ricchezza di beni storici e architettonici (patrimonio dell'intera umanità), meta turistica di richiamo internazionale, polo di attrazione per il mondo della scienza e dell'industria, Roma rappresenta la cornice ideale per comunicare i valori etici dello sport, per promuovere la cultura fisica come elemento fondamentale per lo sviluppo armonioso della persona, per trasmettere l'importanza dell'educazione dei giovani dal punto di vista sia intellettuale, sia fisico, rinnovando - in epoca digitale - il messaggio senza tempo delle competizioni olimpiche dell'antica Grecia»

GLI ALTRI CONSENSI - Dal capo dello Stato al presidente di Confindustria, l'Italia crede nella candidatura ai Giochi del 2024. Mentre scende in campo anche Parigi, Roma in attesa del via libera ufficiale anche del Campidoglio, ha già ricevuto consensi trasversali: primo fra tutti quello del Quirinale, con il presidente Mattarella che ha assicurato massimo impegno per le Olimpiadi definendole "priorità del Paese". Il comitato promotore, guidato da Montezemolo considerato garanzia del made in Italy e uomo di provata esperienza e popolarità all'estero, ha incassato anche il sì del governo: il premier Matteo Renzi si è subito speso mettendo la candidatura al primo posto dell'ordine del giorno. Grande sostengo poi da parte del presidente del Coni Malagò, tra i primi sostenitori del progetto a cui sta lavorando con massima convinzione. Ma i sì arrivano anche dal mondo economico: primo fra tutti quello del capo degli industriali, Squinzi, che ha dato parere favorevole e convinto alle olimpiadi giudicandole occasione di rilancio del paese. Anche tutte le associazioni ambientaliste hanno promosso e incoraggiato, sia pure con paletti precisi, l'opportunità del cambiamento per migliorare la vita della città. Il presidente dei commercianti Sangalli ha parlato di «occasione importantissima per il cambio di passo economico». Pollice alto anche dal mondo dell'Università: quelle di Roma hanno dato parere favorevole, anche per i risvolti tecnologici che arriveranno con il 2024. E da quello della scuola, unito nel considerare le Olimpiadi un'opportunità per migliorare e dare impulso nuovo alla città. Quanto allo sport, i campioni, gli olimpionici del passato e del presente hanno già messo in campo il tifo per la candidatura italiana.

Tutte le notizie di Olimpiadi

Approfondimenti

Commenti