Bebe Vio ospite al Parlamento Europeo: "Esempio ispiratore"

Queste le parole pronunciate dalla presidente della Commissione Europea, che ha invitato la campionessa paralimpica azzurra alla plenaria a Bruxelles

Bebe Vio ospite al Parlamento Europeo: "Esempio ispiratore"

Riconfermatasi campionessa paralimpica nel fioretto, Bebe Vio ha partecipato oggi alla plenaria del Parlamento Europeo, ed è stata ospite della presidente della Commissione Europea, Ursula Von der Layen, che l'ha introdotta così: "Ho invitato un'ospite d'onore oggi, si tratta della medaglia d'oro italiana che ha catturato la mia simpatia questa estate. Forse non sapete che ad aprile le era stato detto che era in pericolo di vita, fu sottoposta a un intervento chirugico, lottò e guarì. Solo 180 giorni dopo essere stata dimessa ha vinto una medaglia d'oro paraolimopica. Diamo tutti insieme il benvenuto a Bebe Vio". Ha fatto seguito poi una lunga standing ovation dei parlamentari presenti nell'aula.

Von der Layen: "Allora si può fare"

La presidente della Commissione Europea ha poi continuato elogiando la campionessa azzurra: "Questo era proprio lo spirito dei fondatori. Prendiamo Bebe Vio come un esempio ispiratore, è riuscito a raggiungere tutti questi risultati applicando il suo crede: se sembra possibile allora può essere fatto "Allora si può fare", - ha detto von der Leyen in italiano. "Lasciamoci ispirare anche da tutti i giovani che hanno cambiato la percezione del possibile, che ci dimostrare che si può raggiungere tutto quello a cui si crede. Questa è l'anima dell'Europa, questo è il futuro dell'Europa, rendiamola più forte insieme. Viva l'Europa", ha concluso.

Standing ovations per Bebe Vio: "È stato bellissimo"

Bebe Vio ha poi parlato ai giornalisti presenti a Bruxelles: "Il lungo applauso del parlamento europeo è stato bellissimo. Ero imbarazzata, volevo sotterrarmi. Infatti mi sono avvicinata a Paolo Gentiloni e gli ho detto 'Aiutami', ma è stato bellissimo". Anche avere Paolo come compagno di banco è stato divertente". La campionessa paralimpica si è poi detta "fiera di poter rappresentare" i valori che le ha attribuito la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen: "Avere il supporto di una persona così speciale è veramente qualcosa di bello. È stato bellissimo, ci ha invitato la presidente von der Leyen. Lei è una persona speciale che non avevo mai conosciuto di persona, veramente pazzesco. Ci siamo viste anche ieri sera e siamo state un po' insieme, è stato bellissimo. Essere qua è stupendo e anche essere il mondo italiano, dello sport, dei giovani e della disabilità. Non sono bravissima a fare degli appelli, ma posso dire che ho 24 anni e mi sto godendo la mia vita al massimo".

 

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...