Tokyo2020, Palmisano: "Un'Italia fantastica! Non credevo fosse possibile"

L'atleta ricorda i momenti prima della vittoria dell'oro. Vito Dell'Aquila confessa il suo sogno futuro, oltre il taekwondo

Tokyo2020, Palmisano: "Un'Italia fantastica! Non credevo fosse possibile"© Getty Images

"Questa Olimpiade ci ha dimostrato che niente è impossibile, tutti noi azzurri abbiamo dato il massimo e lo hanno dimostrato i record italiani, i record nazionali, le medaglie. È stata un'Italia fantastica, i limiti sono davvero solamente nella mente", ha detto Antonella Palmisano durante "Orgoglio pugliese", la cerimonia organizzata dalla Regione Puglia in onore dei campioni olimpici che hanno rappresentato eccezionalmente la Puglia alle Olimpiadi di Tokyo.

Tortu, Tamberi e non solo: l'onda azzurra conquista la Ferrari a Monza
Guarda la gallery
Tortu, Tamberi e non solo: l'onda azzurra conquista la Ferrari a Monza

I ricordi di Palmisano e il sogno di Vito Dell'Aquila

Palmisano ha raccontato la sua medaglia e la vittoria a sole 24 ore dall'altro oro nella marcia maschile di Massimo Stano, 29enne anche lui pugliese di Palo del Colle: "Ho ancora i brividi, non credevo fosse possibile. Eravamo entrambi convinti ma vincere due ori così.. abbiamo scritto la storia". L'azzurra ha ricordato gli ultimi 4 chilometri della gara, quelli nei quali ha "realizzato di poter vincere" e nei quali dice di aver "pensato a tantissime cose, alle persone che mi sono state accanto, a quanta gente a casa stava piangendo e poi al sogno di tagliare il traguardo con la nostra bandiera". È intervenuto poi il collega di ori, Vito Dell'Aquila, campione olimpico nel taekwondo e prima medaglia italiana a Tokyo. Il 20enne di Mesagne pensa già al futuro: "Il mio sogno è qualificarmi e vincere magari una medaglia A Parigi" e, "nel medio termine il mondiale. Ho una lunga carriera davanti, quindi un oro olimpico non basta". La priorità per l'azzurro è il taekwondo, ma Dell'Aquila si iscriverà alla facoltà di scienze della comunicazione perché non nasconde l'altro suo sogno: "diventare giornalista sportivo".

Bebe Vio scatenata, gara clandestina nel cuore della notte
Guarda il video
Bebe Vio scatenata, gara clandestina nel cuore della notte

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...