Tokyo 2020, Fognini urla "fro..." e poi si scusa: "Il caldo dà alla testa"

Il messaggio del tennista azzurro alla comunità LGBT dopo le brutte espressioni, rivolte contro se stesso, nel match con Medvedev
Tokyo 2020, Fognini urla "fro..." e poi si scusa: "Il caldo dà alla testa"

"Non volevo offendere nessuno, il caldo dà alla testa". Fabio Fognini è stato protagonista di un episodio spiacevole durante il match con Medvedev, che ha decretato la sua eliminazione dalle Olimpiadi. Il tennista azzurro, all'inizio del terzo e decisivo set, ha perso la testa e dopo un errore ha inveito contro se stesso. "Sei un fro..., sei un fro..." ha urlato. Poi, dopo aver ricevuto la pallina dal raccattapalle, ha rincarato la dose: "Sei un fro... perchè devi tirarle sopra la rete". Frasi che, amplificate dall'assenza del pubblico, si sono ascoltate con chiarezza e che hanno scatenato reazioni sui social neetwork.

Fognini: "Amo la comunità LGBT, chiedo scusa"

Proprio grazie ai social, Fabio Fognini ha deciso di scusarsi. Attraverso una stories su Instagram, si è rivolto alla comunità LGBT, ammettendo il proprio errore. "Il caldo dà alla testa! Nel match di oggi ho usato un’espressione davvero stupida verso me stesso. Ovviamente - ha spiegato Fognini - non volevo offendere la sensibilità di nessuno. Amo la comunità LGBT e mi scuso per la sciocchezza che mi è uscita. Ora vado in branda perché a Tokyo è notte, vi abbraccio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...